Garbatella Garbatella / Via del Porto Fluviale

Roma Skill Share: al Porto Fluviale si condividono saperi e competenze

Nei locali del Porto Fluviale, sabato 12 e domenica 13, decine di laboratori per imparare, insegnare e condividere le proprie capacità con gli altri. E' il Roma Skill Share, giunto alla seconda edizione

Uno slogan di tanto tempo fa, spesso ripreso in manifestazioni e cortei, recitava “il sapere non è una merce”. Non lo è neppure il saper fare, la capacità di mettere in pratiche le proprie competenze. Secondo alcuni, almeno. E tra questi gli organizzatori della seconda edizione del Roma Skill Share, un appuntamento itinerante che, per un paio di giorni all’anno, si configura come una università della condivisione. Decine di laboratori, dalla cucina alla meditazione, dalle ciclofficine alle danze popolari, saranno a disposizione di quanti, nei giorni di sabato 12 e domenica 13 maggio, vorranno recarsi presso gli spazi occupati del Porto Fluviale, sull’omonima strada all’altezza di via Ostiense.

Diventare facilitatore. In sostanza funziona così. Attraverso il sito della manifestazione, ci si può accreditare come facilitatore, e proporre un laboratorio. Niente di più facile. Non ci sono esami di ammissione, concorsi, né altro genere di selezione. E non è neppure necessario prenotarsi, dal punto di vista degli utenti, ai vari laboratori. Ci si presenta, si sceglie quello che si ritiene più interessante, e si partecipa. Rigorosamente in forma gratuita.

Roma Skill Share 2012. “Il progetto è nato molto tempo fa a Boston, negli Stati Uniti -  ci spiega Giulia, una delle organizzatrici del Roma Skill Sharing - mentre in Italia è arrivato in occasione dell’ Hackmeeting, un incontro annuale delle controculture digitali. L’ idea è quella di farlo in maniera itinerante, scegliendo ogni anno un posto diverso. Nella scorsa edizione è toccato al centro sociale La Torre, quest’anno al Porto Fluviale, uno spazio molto importante perché rappresenta  una delle occupazioni del coordinamento lotta per la casa, dove vivono circa 100 famiglie,da oltre 7 anni, per la maggior parte di origine sudamericana e nordafricana”.

Il Porto Fluviale. La scelta del luogo, dunque, non è casuale, perché, come precisa sempre Giulia  “vorremmo anche far conoscere questo spazio. Chi vi abita, e ci sono anche tantissimi bambini,  si trova in una posizione molto critica per la dismissione del patrimonio militare, di cui fa parte. Ma da molti anni lì si porta avanti un’esperienza di auto recupero e dunque, la nostra presenza in  quei giorni, ha anche il significato di porsi a difesa dei questa vicenda così strettamente intrecciata con la questione dell’emergenza abitativa”.
Un’opportunità utile, quella del Roma Skill Share, non soltanto per sostenere la causa di chi da anni abita quei luoghi. Ma anche per divertirsi, con la musica dei Funkallisto, e soprattutto per imparare e scambiarsi tante abilità.

I laboratori. “Lo scorso anno, nonostante la maggior parte del tempo avesse piovuto, siamo riusciti a realizzare tantissimi laboratori. Da quello sulle torte rustiche, a quello sulla birra artigianale, dalle ferratelle abruzzesi alla zuppa senegalese, fino alla pasta fatta in casa, per quanto riguarda la cucina. Ma ci sono stati anche laboratori di serigrafia, uncinetto, fotografia, ceramica per i bambini, laboratori di danza e di musica, in particolare con l’ukulele; ci sono state diverse ciclofficine che insegnavano a riparare le bici, ed abbiamo avuto perfino un laboratorio per imparare a lavarsi i denti, al fine d’ evitare di finire presto dal dentista. Insomma – conclude entusiasta Giulia –  si crea un’atmosfera davvero molto divertente, in cui si imparano anche tante cose”.

E quest’anno, a diversi giorni dal suo inizio, già si contano una cinquantina di laboratori. Una ragione in più per recarsi a questo appuntamento che, dalla mattina alla sera del prossimo fine settimana, promette di regalare, nel vero senso della parola, gradevoli emozioni. E da cui si esce, per paradosso, arricchiti di conoscenze. Senza aver speso un solo euro.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma Skill Share: al Porto Fluviale si condividono saperi e competenze

RomaToday è in caricamento