rotate-mobile
Garbatella San Paolo / Via del Valco di San Paolo

Polo Natatorio Valco San Paolo: l’area è sempre più esposta al degrado

La riqualificazione dell'area circostante, caratterizzata da strade impraticabili, non c'è stata. E tutta la zona, compreso l'area interna al polo natatorio, è divenuta un'immensa discarica abusiva

Una statua in gesso, acefala. Insieme a decine di scarpe spaiate, telefoni cordless rotti, bottiglie infrante, materassi abbandonati, dischi in frantumi. C’è di tutto nell’area prospiciente il Polo Natatorio Valco San Paolo.

L'EDIFICIO PAESAGGIO - Pur restando fuori dalla struttura, che attualmente risulta essere vigilata, non è difficile scorgervi le tonnellate di rifiuti che le hanno riversato all’interno. L’ ‘edificio paesaggio’, com’era stato precipitosamente definito, ormai è ridotto ad alcune pile di materiale inerte, presente già nel corso dell’ultimo sopralluogo effettuato quest’estate.

IL DEGRADO CHE AVANZA - Tutt’intorno, invece, la desolazione è imperante. Il travertino è stato persino staccato dai marciapiedi, le strade per raggiungere il Polo sono del tutto impraticabili.  Sconnesse e piene di avvallamenti, costituiscono il tracciato ideale per un Camel Trophy. Della riqualificazione dell’area circostante, quindi, non c’è alcuna traccia. E la sensazione è che, lentamente ma inesorabilmente, la situazione sia soggetta a peggiorare poiché, le immondizie abbandonate ovunque, addirittura all’interno della cancellata perimetrale, sembrano essere aumentate rispetto all’estate scorsa.
 

La discarica dentro e fuori il Polo Natatorio

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polo Natatorio Valco San Paolo: l’area è sempre più esposta al degrado

RomaToday è in caricamento