Garbatella Garbatella / Via Rosa Garibaldi Raimondi

Parco Garbatella: ancora atti vandalici, sempre più inquietanti

Un'altra decina di alberature divelte. Un prunus capovolto e tante pali disposti a croce. Legambiente Garbatella "Non ci fermeranno. Gli atti vandalici hanno rafforzato la nostra coesione. Ripartiamo subito"

Non è valso a molto averne parlato, scritto. Aver stigmatizzato e solidarizzato. Perché purtroppo, anche nella notte tra lunedì e martedì, il Parco Rosa Raimondi Garibaldi è stato preso di mira dai vandali. In una maniera che definire preoccupante non rende l'idea.

L'ACCANIMENTO - “Ringraziamo di cuore tutti coloro che ci hanno dimostrato solidarietà: dalle istituzioni, che hanno assicurato interventi immediati, alle associazioni, agli altri orti, ai soci, a tutti i cittadini che ci stanno venendo a trovare e offrire aiuto concreto – premette Anna Maria Baiocco, Vice Presidente del Circolo Garbatella di Legambiente –  Purtroppo stanotte hanno compiuto l'ennesimo sfregio, mettendo in chiaro che chi ci sta colpendo ce l'ha proprio con il Parco Garbatella”.

GLI INQUIETANTI ATTI VANDALICI - Lo spettacolo che si è presentato agli occhi di Baiocco è stato, per certi aspetti, ancor più inquietante di quello offerto nella giornata precedente. Fortunatamente non sotto il profilo numerico, quanto piuttosto per un “evidente simbolismo macabro”, come l’ha correttamente definito Luigi di Paola, un residente molto attivo sul piano ambientale. Agli occhi increduli dei cittadini accorsi in mattinata, è stato rinvenuto un prunus sradicato e completamente capovolto e legato a testa in giù. Diversi pali disposti a forma di croce. Una decina di giovani alberature spezzate. E l’evidente tentativo d’un accanimento, fortunatamente senza esito, sulle piante più grandi. “ Allo stato attuale si delinea sempre di più l'ipotesi di un atto intimidatorio e di sfida che mira a sfiancare ed indebolire uno dei simboli dell'impegno ambientalista nella nostra città” valuta di Paola, che aggiunge “Non passeranno”.

L'IMMEDIATA REAZIONE - “Da ieri il Parco è pieno di amici, cittadini solidali, voglia di ricominciare . I danni di questa notte  - sottolinea – racconta Anna Maria Baiocco -hanno rafforzato la coesione di tutti coloro che amano il bello e l'impegno concreto ad attivarci subito per ridare vita al Parco”.  E per ricominciare con il piede giusto, il Circolo Garbatella di Legambiente chiama a raccolta tutti i cittadini sabato 7 settembre, dalle ore 10.00, presso il Parco Garbatella, per una giornata di solidarietà durante la quale non mancheranno musica ed assaggi. Una festa  pensata  per lanciare la campagna di sottoscrizione necessaria sostenere i primi interventi di recupero e per rafforzare ulteriormente, qualora ce ne fosse bisogno, il profondo legame identitario che si è stabilito tra i residenti e questo parco così vessato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco Garbatella: ancora atti vandalici, sempre più inquietanti

RomaToday è in caricamento