Martedì, 28 Settembre 2021
Ostiense San Paolo / Via Silvio D'Amico

Arte e decoro: la scommessa di Ostiense fa breccia oltreoceano

Ancora due opere eseguite da altrettanti street artist stranieri: una al Porto Fluviale l'altra in via Silvio D'Amico. Catarci: "Prosegue l'impegno a riqualificare il territorio attraverso il contributo artistico"

Altre due opere di Street art sono state eseguite nel territorio municipale. La prima la si può notare percorrendo via del Porto Fluviale, dal ponte di ferro verso via Ostiense. E si trova su una parete laterale di un ex magazzino. La seconda è invece in via Silvio d’Amico, non distante dalla facoltà d’economia di Roma Tre, in zona San Paolo. S

STREET ART ED EUROPA - Si tratta di due opere eseguite da altrettanti artisti stranieri. A ulteriore dimostrazione del fatto che il territorio municipale, ed in particolare Ostiense, stiano divenendo un laboratorio internazionale in cui arte e decorso s'intrecciano inestricabilmente. “Dopo Clemens Behr e Roa, Avanguardie Urbane Roma Street Art Festival 2014 ospita due grandi "pittori tradizionali” della street art: Guy Denning e Axel Void – fa sapere l’associazione 999Contemporary – Il primo, è uno dei più importanti e significativi pittori urbani britannici ed ha realizzato in via Silvio D’amico un’opera dal titolo ‘Di, di se questo è vero’ ispirata al XXXI canto dell’Inferno di Dante. Il secondo artista è di origini spagnole, vive e lavora a Miami. Ha realizzato ‘Nessuno’ un’opera che raffigura una donna di spalle, nel ritratto compare anche un tondo in cui viene raffigurata una scena di massa. L’opera è ispirata al luogo che la ospita, la 'ferramenta' Cantini in via del Porto Fluviale.”

ARTE E DECORO - Soddisfatto il Municipio. “Il quartiere Ostiense è sempre più protagonista della street art in Italia e si arricchisce di due ulteriori straordinarie opere d’arte murali. Una in via Silvio D’Amico, dove già altri artisti internazionali avevano lasciato il loro segno, ed un’altra gigantesca in via del Porto Fluviale. La Street art  - osservano il Presidente Catarci e l’Assessore Marotta – è una delle risorse inesauribile per portare avanti un progetto di riqualificazione urbana attraverso la bellezza dell’arte che il Municipio Roma VIII ha saputo intravedere per primo e che ha intenzione di potenziare. Anche per queste due ultime realizzazioni l’Amministrazione pubblica non ha avuto oneri economici, grazie agli interventi sostenuti dall’Associazione 999Contemporary.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arte e decoro: la scommessa di Ostiense fa breccia oltreoceano

RomaToday è in caricamento