Domenica, 25 Luglio 2021
Ostiense San Paolo

Lungotevere, sgomberato campo nomadi: rispunta dopo pochi giorni

La denuncia arriva da BiciRoma e segnala la "rinascita" del campo abusivo sul Lungotevere San Paolo. Le baracche, dopo esser state sgomberate, sono state immediatamente rifatte causando disagi ai ciclisti

"Per i ciclisti è impossibile circolare nel Lungotevere San Paolo e lungo il Viadotto della Magliana": è questa la denuncia dell'associazione BiciRoma. I cattivi odori, gli oggetti lasciati per strada e la presenza di baracche abusive provocano non pochi disagi. In seguito alla segnalazione dell'associazione e nel rispetto del piano nomadi la Giunta Alemanno aveva disposto lo sgombero del campo abusivo del Lungotevere San Paolo.

Grazie all'azione della Polizia Municipale le baracche erano state sgomberate, ma dopo pochi giorni la situazione è ritornata ad essere quella di sempre. Infatti in poco tempo i nomadi hanno provveduto a ricostituire i loro insediamenti e per il momento non è stata messa in atto alcuna azione di sgombero.

Se da un lato i ciclisti sono costretti a vivere in una situazione disagevole dall'altro comunque possono tornare a sorridere grazie all'interesse mostrato dal Ministro Prestigiacomo. Il Consiglio dei Ministri ha deliberato un provvedimento proposto dal Ministro dell'Ambiente, Tutela del Territorio e Mare.

Il disegno di legge prevede interventi per incentivare l'uso della bicicletta in contesti urbani. Oltre ad istituire per la seconda domenica di maggio la Giornata nazionale della bicicletta, poi viene previsto che ogni edificio pubblico, nonchè le stazioni metropolitane e di treni metropolitani di nuova progettazione, dispongano di un'area riservata al parcheggio di biciclette. Sarà anche possibile utilizzare autobus per il trasporto di cicli pieghevoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lungotevere, sgomberato campo nomadi: rispunta dopo pochi giorni

RomaToday è in caricamento