rotate-mobile
Ostiense Garbatella / Piazzale 12 Ottobre 1492

Air Terminal Ostiense: presentato ITALO il treno che arriva “sotto casa”

Completata la riqualificazione dell'Air Terminal con la presentazione del treno veloce che metterà in comunicazione Ostiense con Milano, Firenze, Bologna e Venezia. Ma la rapidità del servizio potrebbe essere inficiata da una brutta sorpresa

E' stato tenuto a battesimo, nella mattinata di oggi all'Air Terminal Ostiense, il vettore fiore all'occhiello della NTV: Italo "il treno che arriva sotto casa". Si tratta di un mezzo che, a partire da domani, consentirà progressivamente di mettere in comunicazione, con percorsi ad alta velocità, l'Air Terminal, e dunque la Capitale, con Milano, Firenze, Bologna, Venezia e Padova. Dando la possibilità anche a chi abita in quartieri distanti da Tiburtina o da Termini, di poter utilizzare un vettore veloce, senza avventurarsi nel traffico cittadino. Si tratta dunque d'un concorrente importante, per Trenitalia, che è stato salutato con entusiasmo, nel corso della mattinata, dai rappresentanti di tutti i livelli istituzionali.

La sorpresa che non ti aspetti. All'arrivo in Casa Italo, il centro servizi antistante la banchina, si è subito palesata un'inaspettata sorpresa. Una lunga inferriata che, correndo di fianco alla stazione, di fatto impedisce un rapido accesso ai nuovi treni. "Nella vita bisogna provare di tutto, ma dopo quarant'anni di carriera, non avrei mai pensato di finire in gabbia" ha ironizzato l'amministratore delegato di NTV Giuseppe Sciarrone. "Abbiamo fatto ricorso agli uffici competenti e confidiamo che nei prossimi giorni questa gabbia, questa prigione venga rimossa, per facilitare l'accesso ai passeggeri che, attualmente, devono impiegare dai 6 agli 8 minuti per aggirarla e salire a bordo della relativa carrozza".

L'Authority dei Trasporti. Solidali tutti i presenti, rispetto a questa inattesa quanto sgradita sorpresa. A cominciare dal Sottosegretario ai Trasporti Guido Introta "Il fatto che oggi troviamo la presenza di barriere fisiche, che rallentano la funzione di questa infrastruttura, mi convince del lavoro fatto come governo, in seno al decreto Crescitalia, con l'istituzione dell'Authority dei Trasporti - ha commentato il Sottosegretario - Uno dei compiti è quello di facilitare l'accesso all'infrastruttura e, forse, in questo caso ci hanno preso proprio alla lettera. Le responsabilità andranno accertate ma comunque quello che mi addolora - precisa l'onorevole Introta - è il fatto di registrare che non c'è un comune sentire rispetto alle difficoltà che sta attraversando il nostro paese".

Solidarietà istituzionale. Considerazioni simili sono state espresse anche dall'assessore Lollobrigida della Regione Lazio, e dall'Assessore Antonello Aurigemma, del Comune di Roma, presenti alla conferenza stampa.
Ed anche Nicola Zingaretti, Presidente della Provincia di Roma, ha voluto spendere qualche parola sulla presenza di questa inferriata. "Con la premessa che non ci debba essere nessuna titubanza nei confronti delle norme di sicurezza da garantire, al tempo stesso - ha chiarito Zingaretti - chiedo che si faccia uno sforzo, votato al buon senso, per non penalizzare il diritto dei cittadini ad avere un buon servizio".

Presentato ITALO "il treno sotto casa"

Riqualificazione spazi urbani. Un aspetto su cui il Presidente della Provincia di Roma ha voluto porre l'accento, è stato poi quello inerente la riqualificazione complessiva della struttura. "Dopo tanti anni, il fatto che questo luogo bellissimo dal punto di vista archiettonico, torni a vivere con due eccellenze italiane, il gusto, l'enograstronomia di qualità ed in questo caso il tentativo di costruire dei servizi eccellenti per la mobilità, rappresentano modi intelligenti di coniugare due grandi funzioni italiane, che ridanno vita ad un angolo di Roma e sconfiggono il degrado. Ed a me sembra - ha concluso Zingaretti - una bella notizia".

Investimenti e Servizi. Per quanto attiene all'investimento economico prodotto, NTV ha speso 1,5 milioni di euro per realizzare Casa Italo, il centro servizi aperto dalle 6 alle 23; per gli uffici territoriali "che sono situati al primo, secondo e terzo piano- ha ricordato Sciarrone, e per una Scuola di Ospitalità e Formazione che ha permesso, appunto, di formare mille giovani, aventi 26 anni di media. "E questo rappresenta il nostro contributo a quello che considero il principale problema del nostro paese, ovvero la disoccupazione giovanile" ha osservato l'amministratore delegato di NTV, poco dopo aver ricordato come, sul piano dei trasporti, "da domani cominceremo a servire questo Terminal con 3 coppie di treni al giorno che collegheranno Roma a Milano. Diverranno 6 il 26 agosto, con 3 coppie che effettueranno corse no stop verso Milano e 3 che faranno fermata a Firenze e Bologna. Infine, nella crescita graduale del nostro servizio che è legato alla consegna dei treni - ha concluso Sciarrone - entro la fine dell'anno, possiamo affermare che questa stazione sarà servita da 14 coppie di Treni con le stesse tratte appena indicate, più quella che andrà verso Venezia,"che impegnerà 4 treni con fermate a Firenze Bologna e Padova". L'operazione di riqualificazione dell'Air Terminal è dunque conclusa. Con Eataly e Italo, l'auspicio è che finalmente, "il tempio allo spreco", divenga soltanto un lontano ricordo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Air Terminal Ostiense: presentato ITALO il treno che arriva “sotto casa”

RomaToday è in caricamento