menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ponte di Ferro, il Covid non ferma la memoria: commemorate le 10 donne uccise per l’assalto al forno Tesei

Deposte le corone in ricordo delle donne trucidate ad Ostiense nel 1944

Nel 2019, a causa del lockdown, il ricordo dell’eccidio del Ponte di Ferro è stato affidato alla rete. Questa volta, a settantasette anni dall’esecuzione, si è invece potuta svolgere la tradizionale deposizione delle corone. 

Roma non dimentica

“Roma non dimentica - ha dichiarato la Sindaca, presente alla breve cerimonia svoltasi davanti la lapide in via del Porto Fluviale - Il 7 aprile del 1944 dieci donne romane vennero trucidate dai nazisti sul Ponte di Ferro. Si erano ribellate all'occupazione tedesca assaltando il forno che riforniva le truppe nazifasciste. Ho deposto un fascio di fiori per ricordare il loro coraggio”.

La fame e l'assalto al forno

La freddezza e la violenza che portarono alla morte delle dieci donne è rimasta impressa nell’immaginario collettivo. Erano  “esasperate dalla mancanza di cibo” ha ribadito la presidente della commissione cultura Eleonora Guadagno “ed osarono ribellarsi ai nazisti per un pezzo di pane” pagando con la propria vita il gesto. Difficile dimenticare un episodio come questo. Una brutta ferita per la comunità cittadina che  Roma, a distanza di settantasette anni, continua a commemorare ricordando la tragica fine di Clorinda Falsetti, Italia Ferracci, Esperia Pellegrini, Elvira Ferrante, Eulalia Fiorentino, Elettra Maria Giardini, Concetta Piazza, Assunta Maria Pizzi, Arialda Pistoiesi, Silvia Loggreolo.

Un tragedia che travalica il tempo

“La lotta per il pane segnò i giorni dell'occupazione e i nomi di queste dieci donne raccontano ancora oggi tragedia che travalica il tempo - ha sottolineato il presidente del Municipio VIII Amedeo Ciaccheri - Di questa storia siamo chiamati a essere custodi là, dove i luoghi parlano ancora”. Il Ponte di Ferro, sulla sponda Ostiense del fiume Tevere, è uno di questi.

L'impegno a mantenere accesa la memoria

Alla cerimonia hanno partecipato rappresentanti della giunta municipali,l’Anpi Don i Don Pietro Pappagallo, all'Anpi Sommozzatori Vigili del Fuoco, all'istituto Cine Tv Roberto Rossellini, ai cittadini e alle cittadine di Ostiense a cui è andato il ringraziamento del minisindaco Ciaccheri “per l'impegno a tenere viva una storia che parla dell'anima ribelle della nostra città”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento