Ostiense Garbatella / Via del Porto Fluviale, 31

Via del Porto Fluviale: sfruttamento lavoro clandestino in frutteria

I sette lavoratori sono stati fermati mentre i gestori del negozio denunciati per favoreggiamento e sfruttamento del lavoro clandestino. Sequestrati 50 quintali di frutta

Questa mattina gli agenti della polizia municipale hanno effettuato un'operazione in via del Porto Fluviale, dedita a contrastare lo sfruttamento del lavoro clandestino. Nel mirino degli agenti è finita la frutteria che si trova a metà della via e che, per le diverse tipologie di irregolarità, è stata protagonista di un'operazione di polizia giudiziaria e una di amministrativa.

È delicata infatti la situazione per chi gestisce la frutteria: la merce era infatti esposta anche su dei banchi posti sul marciapiede determinando occupazione del suolo pubblico per cui non avrebbero avuto l'autorizzazione. Quindi, sono stati sequestrati 50 quintali di merce tra frutta e verdura e anche i documenti amministrativi perché gli agenti avrebbero trovato una falsa dichiarazione di inizio attività.

A farne le spese sono stati anche i sette immigrati clandestini che lavoravano nel negozio. I sette lavoratori, sei cittadini egiziani e uno romeno, sono stati tutti quanti fermati perché clandestini. Le loro posizioni ora sono al vaglio degli inquirenti che stanno valutando se abbiano già ricevuto decreti di espulsione o se abbiano precedenti. Intanto, sono stati denunciati a piede libero con l'invito a lasciare il Paese. Per i gestori del negozio è scattata la denuncia per favoreggiamento e sfruttamento del lavoro clandestino.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via del Porto Fluviale: sfruttamento lavoro clandestino in frutteria

RomaToday è in caricamento