menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ex Mercati Generali, il Pd sprona Berdini: "Aspettiamo solo la sua firma"

Terminata la Conferenza dei servizi, per far riprendere i cantieri negli ex Mercati Generali si attende la delibera firmata dall'assessore Berdini. Partito il pressing dal PD municipale. Marocchi: "Non ripartiamo da zero"

La trasformazione urbanistica degli ex Mercati Generali è un argomento tabù. Lo è per il Campidoglio ed anche per il Municipio VIII. All’interno del M5s le distanze sono note ed anche il presidente Pace le ha recentemente ricordate. A livello cittadino bisogna invece comprendere quali sono le reali intenzioni dell’assessore all’urbanitica.

IN ATTESA DELLA DELIBERA - “La Conferenza dei servizi è conclusa ed il progetto è noto. Da lì si deve partire, per ottenere magari qualcosa in più. Ed invece non riusciamo a capire quale sia la posizione della maggioranza e nemmeno quale sia la decisione dell’assessore Berdini – confessa la capogruppo democratica Annarita Marocchi – noi quello che bisogna fare lo abbiamo chiaro ed ho appena protocollato una proposta di risoluzione per metterlo nero su bianco”.

IL PROGETTO DA APPROVARE - Non è un mistero che l’opposizione di centrosinistra spinga per una soluzione rapida. “Pensare di fare un progetto ex novo sarebbe un disastro e porterebbe anche delle penali da pagare – sottoliena Marocchi che condivide la medesima preoccupazione del presidente Pace – quell’area è pronta alla cantierizzazione. E non dimentichiamoci l’indotto che andrebbe a creare sul piano lavorativo. Con tanti benefici anche per la qualità della vita del quadrante”.

I MIGLIORAMENTI ATTESI - In attesa che il documento portato dal PD venga discusso in Commissione e poi in Consiglio, si pensa anche alle prossime mosse da fare. “Noi vogliamo organizzare un’assemblea cittadina, perché i cittadini devono sapere cosa si vuole realizzare all’interno ed all’esterno degli ex Mercati Generali. Quell’operazione – conclude Marocchi – consentirebbe di costruire un ponte pedonale fino a via Benzoni. Ma anche di piantumare la Riva Ostiense e le strade limitrofe. Poi certamente si possono chiedere delle modifiche sulla sistemazione delle aree verdi all’interno e non solo. Ma è necessario che, dopo l’ultima variante approvata in conferenza dei servizi, Berdini metta la sua firma”. Nel frattempo è partito il pressing dal Municipio.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
De Magna e beve

Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Attualità

Coronavirus, a Roma 534 casi. Sono 1243 i nuovi contagi nella regione Lazio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento