GarbatellaToday

Ex Mercati Generali, Catarci contro Morassut: "Aggiorni il suo curriculum: è ancora una ferita aperta"

Il Presidente del Municipio VIII ha commentato il cv pubblicato sul sito di Morassut. "Ha realizzato il progetto degli ex Mercati Generali? Bene, peccato abbia lasciato al concessionario la facoltà di rivedere gli accordi in ogni momento"

Sul sito ufficiale di Roberto Morassut, neocandidato alle primarie per la poltrona di Sindaco, c'è una parte evidenziata in grassetto. Si trova nella sezione "su di me" ed è quella in cui si mettono in risalto i risultati conseguiti come assessore all'urbanistica. "Con Veltroni Sindaco avviai e conclusi la realizzazione di significativi progetti di trasformazione urbana come il nuovo Centro Congressi dell’Eur di Massimiliano Fuksas, la nuova Stazione Tiburtina di Paolo Desideri, il nuovo complesso dell’Ara pacis di Richard Meyer, il nuovo Auditorium di Renzo Piano, la riqualificazione dei Mercati Generali di Via Ostiense su progetto di Rem Koolhaas ed altro ancora".

UNA FERITA APERTA - Sulla realizzazione della trasformazione urbana, un tempo denominata "Città dei giovani", qualcuno ha avuto da ridire. "Mi sembra evidente che in questo caso l'ottimismo abbia viaggiato più della realtà. Invito pertanto Roberto Morassut ad aggioranare questa parte del suo cv". L'appello è del Minisindaco Catarci, detentore della carica di Presidente da tre consiliature capitoline."Gli ex Mercati Generali – precisa Catarci -  sono stati una doloriosissima  spina nel fianco di Ostiense e per un intero quadrante. Siamo arrivati persino a bloccare il cantiere perchè vi aveva nidificato un germano reale. Dopo le prime demolizioni del 2007, si sono successe una serie di piccoli disastri, come l'eliminazione del teatro. Poi i lavori si sono interrotti per parecchio tempo" ed i risultati sono ancora oggi visibili. 

LE RESPONSABILITA' - "Per quello che è accaduto con la Giunta Alemanno, Morassut potrebbe facilmente ribattere che non ha alcuna responsabilità. Tuttavia fu la Giunta Veltroni a consentire al concessionario unico di poter in ogni momento rivedere le condizioni dell'accordo. Cosa che il Gruppo Lamaro fece, eliminando di punto in bianco un teatro da 2400 posti, ad esempio. E' stata quella possibilità, la madre di tanti problemi che successivamente si sono verificati. E quella possibilità è stata confezionata dall'allora Giunta Veltroni".

LE NOVITA' - Nell'ultradecennale vicenda che caratterizza la riqualificazione degli ex Mercati Generali, c'è anche qualche novità incoraggiante. "Vorrei ricordare che con l'Assessore Caudo è stata realizzata una rivisitazione che ha migliorato la contaminazione  tra il complesso e il quartiere circostante. La novità – spiega Catarci – è che oggi ci sono tutte le condizioni per riprendere davvero. La prossima settimana la Soprintendenza dovrebbe ridare il via ai lavori ed in quest'operazione il Municipio è in prima linea, poichè vorremmo che la Città dei Giovani prendesse luce davvero. Marino aveva detto che avrebbe riaperto nel 2018. Sembra che dalla ripresa del cantiere, occorra effettivamente un anno e mezzo per completare l'opera. Pertanto - conclude il Presidente del Municipio VIII- i tempi per terminare entro il 2018 ci sono tutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento