Sabato, 12 Giugno 2021
Ostiense Garbatella / Circonvallazione Ostiense

La ciclabile che ridisegna Circonvallazione Ostiense: cambia l'assetto dei parcheggi

In commissione Mobilità analizzato il progetto. Stefàno (M5s): "Possibile via ai cantieri entro 18 mesi"

Realizzare un’infrastruttura ciclabile senza modificare troppo l’attuale disponibilità di parcheggi. E’ questa la sfida che i progettisti di Roma Capitale sono chiamati ad affrontare su Circonvallazione Ostiense.

A cosa serve la ciclabile

La strada è da tempo interessata da un finanziamento comunale. Lì il Campidoglio ha intenzione di realizzare una pista in grado di collegare la cosiddetta “dorsale della Colombo” con la ciclabile di Ponte Settimia Spizzichino. Superato il cavalcavia, grazie ad un altro progetto,  i ciclisti avranno poi la possibilità di raggiungere, restando in sella, anche la stazione Ostiense.

Il progetto scartato

Nel corso degli ultimi anni i tecnici del Campidoglio si sono confrontati su due ipotesi progettuali, presentati nel corso della commissione Mobilità svoltasi il 31 maggio. Hanno un impatto differente sul viale, ma finiscono entrambe per modificarne l’assetto. La prima ipotesi, scartata, prevedeva la realizzazione di due ciclabili monodirezionali vicino ai marciapiedi. Una soluzione che piaceva al presidente della commissione Enrico Stefàno, per la prossimità alle attività commerciali ed alle case. E’ invece stata bocciata dal Municipio e dal Dipartimento mobilità. 

I limiti del "modello Tuscolana"

Tanto sono i punti deboli della ciclabile prevista vicino ai marciapiedi. “Lì sono presenti molti passi carrai e diverse occupazioni di suolo pubblico”, legate alla presenza delle bancarelle che “sarebbe complicato delocalizzare”, Inoltre ci sono le fermate dei bus, i cassonetti stradali ed alcuni “distributori di carburanti che hanno una concessione comunale” e che finirebbero per spezzettare la pista.

Il progetto che modifica i parcheggi

Scartata la prima ipotesi, che avrebbe portato alla realizzazione di una ciclabile “modello via Tuscolana” è rimasta in piedi la seconda. Prevede il passaggio delle bici sui due lati dello square centrale, con l’eliminazione dei parcheggi in linea  che attualmente sono sistemati sui due lati dei giardini. In compenso però a lato dei marciapiedi, gli attuali stalli finirebbero per essere trasformati in posteggi “a spina di pesce”. Cosa che garantirebbe, complessivamente, solo “una minima riduzione dei posti auto”.

Costi e tempi di realizzazione

Il progetto, già finanziato, finirebbe per il costare circa 600-800 mila euro. I fondi sono comunali e non sono legati al piano delle cosiddette ciclabili transitorie” è stato chiarito. Non si tratta quindi di disegnare con la vernice gialla un percorso, ma di realizzarlo in maniera stabile, con tanto di cordoli. “Sul modello di quanto previsto su viale Aventino” ha ribadito il presidente di commissione. Tempo di esecuzione? Considerando che bisogna concludere il progetto preliminare e che poi seguirà una conferenza dei servizi “i lavori - secondo una stima prudenziale - potrebbero partire entro i 18 mesi”ha annunciato Stefàno. Forse anche prima. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La ciclabile che ridisegna Circonvallazione Ostiense: cambia l'assetto dei parcheggi

RomaToday è in caricamento