GarbatellaToday

L'autorecupero di Alexis sbarca in municipio. Dopo Berdini, ora si cerca l'appoggio di Pace

Il Consiglio municipale è chiamato ad esprimersi sul progetto di autorecupero del Collettivo Alexis. Se il documento passa, la Giunta Pace dovrà attivarsi per favorire il dialogo tra Comune, Regione ed occupanti

Dopo l’appoggio incassato dall’Assessore Berdini, al “Collettivo Alexis” potrebbe arrivare anche quello del Municipio VIII. Giovedì 15 dicembre il parlamentino della Montagnola dovrà decidere se sostenere o meno il progetto di autorecupero dello stabile di via Ostiense 124. I suoi occupanti puntano infatti a trasformare  gli uffici abbandonati dell’ex stabile Acea in veri e propri alloggi.

LE FORZE IN CAMPO - La votazione in aula si preannuncia tutt’altro che semplice. L’atto sul quale i consiglieri di maggioranza ed opposizione sono chiamati ad esprimersi, è infatti passato due volte in Commissione Urbanistica e Politiche Sociali, e due volte in Giunta. Difficile prevedere se il M5s lo sosterrà in maniera compatta e, quindi, se sarà in grado di farlo passare nonostante i voti contrari del centrodestra e la possibile astensione del PD.

L'AUTORECUPERO - La proposta di risoluzione che il parlamentino del Municipio VIII deve votare, parte da alcune considerazioni. La premessa è che ci sono 257, 7milioni di euro che la Regione ha stanziato come “fondo globale per l’edilizia sovvenzionata”, e che sono quindi destinati “alla realizzazione del programma per l’emergenza abitativa di Roma Capitale”. In quest’ambito  “sono considerati  “prioritari gli interventi di recupero ed autorecupero del patrimonio immobiliare pubblico”. Esattamente quello verso cui tende Alexis.

IL GIUSTO RICONOSCIMENTO - Nel documento che il Consiglio municipale dovrà votare, si riconosce “il lavoro di riqualificazione svolto senza chiedere alcun finanziamento alle istituzioni” che ha permesso di “trasformare uno stabile abbandonato e lasciato al degrado da un decennio, in un’opera d’arte che viene universalmente apprezzata”. Viene inoltre riconosciuto che la realtà presente nell’immobile “è ottimamente integrata nel tessuto del quartiere, perché offre alla cittadinanza importanti servizi culturali, come una libreria ed uno spazio per incontri, dibattiti, presentazioni di libri”.

LE RICHIESTE - In virtù di tutte questa considerazioni, il parlamentino della Montagnola dovrà decidere se dare mandato al Presidente Pace di “attivarsi per istituire un tavolo di confronto tra Roma capitale proprietaria dell’immobile, la Regione ed il collettivo Alexis affinchè l’iter di realizzazione del progetto possa concludersi più rapidamente possibile”. Inoltre Pace e la sua Giunta, dovranno impegnarsi per “verificare i fondi disponibili ed impegnabili da parte di Roma Capitale per la realizzazione del recupero a fini abitativi dell’edificio di via Ostiense”. La maggioranza pentastallata è quindi chiamata al voto. L’Assessore all’Urbanistica Berdini si è già espresso positivamente. La parola spetta ora al Municipio.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento