Garbatella Garbatella / Via San Nemesio

Garbatella: prosegue la mobilitazione a sostegno del CTO

Alla vigilia del corteo che raggiungerà la Regione, il Municipio chiede al Direttore Generale del CTO Alesini di sostenere la protesta e le ragioni del potenziamento della struttura

A meno di ventiquatt’ore dalla manifestazione che vedrà partecipare i lavoratori del CTO insieme ai residenti, ad una delegazione municipale ed alle tante sigle sindacali che stanno difendendo la struttura dalla possibile chiusura, si registrano alcune interessanti novità.

PRIVATO VS. PUBBLICO - Si parte dal ribadire il senso della protesta. “Non si è disposti ad accettare l'azzeramento della vocazione ortopedico-traumatologica e l’esistenza stessa di un ospedale  - ricorda Andrea Catarci  - che negli anni passati ha già visto sacrificati centinaia di posti letto, interi reparti ben funzionanti e eccellenti professionalità per un'impostazione iper ragionieristica. Si è consapevoli del fatto che procedere alla chiusura di sei ospedali  - argomenta il presidente del Municipio XI - significa aver scelto di cancellare la sanità pubblica e di imboccare decisamente la strada di un modello nordamericano basato sul ruolo delle assicurazioni private, in cui le cure sono garantite solo a chi se le può permettere. Pertanto anche i lavoratori e gli utenti degli altri ospedali romani, non devono dormire sonni tranquilli: presto potrebbe toccare anche a loro, purtroppo!"

L'APPELLO ALLA PARTECIPAZIONE - La partecipazione del Municipio XI alla causa di una struttura estremamente apprezzata del territorio, è nota. Come anche il desiderio di coagulare una forte partecipazione intorno a questo tema, come ulteriormente chiarito dal minisindaco che rivolge un “appello a tutti gli operatori della sanità romana e regionale perché si uniscano alle mobilitazioni di questi giorni, in primis al corteo dal Cto alla Regione Lazio di domani, martedì 11 dicembre con partenza alle ore 9:30 dal Cto stesso, a cui il Municipio Roma XI parteciperà con un proprio striscione”. A questo punto, per rendere un servizio a chi vorrà partecipare alla manifestazione di martedì 11, varrà la pena ricordare che il   centro traumatologico, a cui oggi abbiamo fatto visita,  si trova in via San Nemesio, una strada compresa tra via della Villa di Lucina e via Adelaide Caroli Bono. Non lontano, dunque, dalla sede della Regione Lazio.


L'ASL ROMA C -Tornando al tema del giorno, poichè ’adesione del Municipio XI, come dicevamo, era già cosa nota, vale la pena soffermarsi su un'altra novit. La notizia di queste ore, infatti, sta nell’ altro invito che il presidente Catarci ha rivolto alle istituzioni sanitarie, fino a questo momento mai chiamate in causa dall’Ente di prossimità “Si rivolge un appello anche ai vertici della Asl Roma C, in particolare al Direttore Generale Paone: si accetti il dialogo con i lavoratori dell’ospedale e con il territorio e si torni a sostenere un piano di potenziamento, quello che prevedeva di aggiungere attorno all’attuale Cto la presenza degli ambulatori dell’Inail siglando una specifica Convenzione. E si dica una parola chiara - conclude Catarci - contro la scure di Bondi e Monti."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Garbatella: prosegue la mobilitazione a sostegno del CTO

RomaToday è in caricamento