Garbatella Montagnola / Via Benedetto Croce, 50

Municipio XI: prosegue il progetto delle “Case Supportate”

Un’altra iniziativa, messa in campo dal Municipio, per garantire alle persone con disabilità intellettiva, il diritto ad una maggiore autonomia, attraverso un’esperienza in una “casa supportata”

C’è tempo ancora per un paio di settimane, dopodiché non sarà più possibile, arrivati alle 12.30 del 14 gennaio, presentare altre domande per partecipare al progetto “Case Supportate”.

DESTINATARI DEL PROGETTO - Anche quest’anno, dunque, il Municipio XI si è impegnato a dare seguito ad un’iniziativa rivolta  a migliorare l’autonomia delle persone con disabilità intellettiva. Per l’esattezza il progetto è rivolto a 6 residenti con disagio mentale stabilizzato, in cura  presso il CSM di appartenenza, “che abbiano svolto un percorso terapeutico riabilitativo positivamente conclusosi e per i quali si ritenga opportuna una soluzione abitativa autonoma temporanea o potenzialmente definitiva”.

PROMOTORI - Si torna a parlare, dunque, di un esperienza finalizzata anche ad un “dopo di noi”, ovvero ad aumentare le capacità di autonomia di soggetti con disabilità, in vista di un futuro inserimento abitativo fuori dalle mura domestiche. Le realtà che potranno partecipare alla gara, sono Cooperative sociali ed Associazioni, anche costituite in A.T.I., che potranno presentare la propria domanda presso la Direzione U.O.S.E .C.S. del Municipio Roma XI, in via Benedetto Croce, 50, in zona Montagnola.

OBIETTIVI SPECIFICI - “Case Supportate” , promosso dal Municipio Roma XI che ha stipulato un  Protocollo d’intesa operativo con il Dipartimento Promozione dei Servizi Sociali e della Salute e con l’ Azienda USL Roma C – Dipartimento di Salute Mentale, è un progetto si pone una serie di obiettivi. “Favorire  il raggiungimento di gradi maggiori di autonomia negli impegni domestici e nella cura della propria persona – si legge nel bando – mantenere gli impegni occupazionali e/o lavorativi precedenti , implementando nuove attività finalizzate al raggiungimento di un maggior livello di autonomia e ad un più efficace inserimento nel tessuto  sociale del territorio; garantire sollievo e sostegno ai famigliari attraverso una soluzione abitativa temporanea o potenzialmente definitiva che consenta di ridurre la preoccupazione che si riferisce al futuro del proprio congiunto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipio XI: prosegue il progetto delle “Case Supportate”
RomaToday è in caricamento