Mercoledì, 16 Giugno 2021
Garbatella Garbatella / Via San Nemesio

Garbatella: il Consiglio Municipale si stringe attorno al CTO

Presentata una mozione consiliare per chiedere il ritiro del decreto presentato dal Commissario Bondi e per sollecitare apertamente la ASL RM C a schierarsi contro la chiusura del CTO

La chiusura del centro traumatologico Andrea Alesini di Garbatella, è un tema su cui si stanno confrontando numerosi realtà del territorio municipale.

LA SOLIDARIETA' DEL TERRITORIO - Nel corso della manifestazione svoltasi nella mattinata di martedì, sono scesi in piazza, infatti, non solo gli operatori dell’ospedale, ma anche tante associazioni, la radio sociale del municipio, semplici cittadini ed attori istituzionale. l supporto che il CTO sta coagulando attorno a sé, dunque, è estremamente eterogeneo. Ma se alcune istanze vengono portate in piazza, attraverso l’occupazione permanente della struttura ed il corteo cittadino, altre seguono i normali canali istituzionali.

UN CENTRO DI CURA IRRINUNCIABILE - Nella giornata di ieri, a tal riguardo, è stata presentata una mozione dalla Capogruppo di SEL Paola Angelucci, con la quale si è espressa nuovamente la solidarietà alle lavoratrici ed ai lavoratori del CTO. Si parte da una premessa e cioè che “l’ospedale C.T.O. Andrea Alesini di Garbatella, è  un centro di cura irrinunciabile per il territorio e per la città. Già colpito da tagli con diminuzione dei posti letto, soppressione di reparti d’eccellenza ed eliminazione del Pronto Soccorso generale – si legge nel documento presentato da Angelucci - è stato ora inserito nella lista dei sei ospedali romani da sopprimere prevista dal decreto del Commissario Straordinario Bondi, incaricato dal governo, sotto il falso proposito del “riordino e rientro”, di smantellare la sanità pubblica della Regione Lazio, già fortemente compromessa”. La conseguenza necessaria di tali premesse, dunque, va individuata nella richiesta de “ il ritiro del decreto in questione” si legge nella mozione, ed al tempo stesso nel “sollecitare l’ASL RM C a schierarsi apertamente contro la chiusura del CTO”.

LE ISTITUZIONI ED I BISOGNI DEL TERRITORIO - Le ragioni che hanno spinto la Capogruppo di SEL a presentare in Consiglio Municipale questa mozione unitaria, ce le ha spiegate la stessa Angelucci “Mi è sembrato importante dimostrare,anche con un atto di consiglio, l'impegno dell'istituzione municipale. Credo che il Municipio, così come dovrebbe fare anche l'Assemblea capitolina, debba stare a fianco delle lavoratrici e lavoratori in lotta e dalla parte dei cittadini derubati del diritto alla salute – sostiene Angelucci, che poi aggiunge - quando siamo entrati a piazza Oderico da Pordenone con lo striscione Municipio XI, le persone ci battevano le mani e dicevano "bravi!", Ma io ho provato oltre che emozione, anche un certo imbarazzo, perchè non stavo facendo altro che tenere fede al mandato elettorale di rappresentante del popolo, per tutelare i cittadini contro le ingiustizie, per migliorare la qualità della vita sul territorio; la reazione della piazza – conclude il proprio ragionamento Paola Angelucci - mi ha fatto riflettere su quanto sia diffuso il bisogno di sentire le istituzioni vicine e solidali e non pezzi isolati e scollati dai bisogni reali delle persone”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Garbatella: il Consiglio Municipale si stringe attorno al CTO

RomaToday è in caricamento