rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Garbatella Montagnola / Via Badia di Cava

Parco Falcone e Borsellino, la Sindaca ricorda i giudici antimafia e loda i volontari: "Vi avrebbero ringraziato"

Per ricordare la strage di via D'Amelio la Sindaca ha incontrato i cittadini del Parco Falcone e Borsellino. Deposti i fiori sulla targa dedicata ai giudici, ha ringraziato i residenti che si prendono cura dell'area verde: "Siete un modello"

Nella ricorrenza della strage di via D’Amelio, la Sindaca Raggi si è recata alla Montagnola, nel parco intitolato ai giudici del Pool Antimafia. Lì ha incontrato i cittadini che si prendono cura dell’area verde ed ai quali si deve anche l’idea di dedicare il parco a Falcone e Borsellino

Il ringraziamento alla comunità locale

Con il passare degli anni quello che doveva diventare l’ennesimo punto verde qualità di Roma, si è invece trasformato nel cuore pulsante del quartiere. Un luogo di aggregazione che sopravvive soprattutto per l’iniziativa d’una task force di volontari che, curiosamente, è intergenerazionale. Ne fanno parte nonni, figli, nipoti. Un gruppo coeso, una vera comunità locale che ha accolto di buon grado la visita della prima cittadina alla quale, con l’occasione, sono state mostrate anche le attività messe in cantiere durante questi anni. “Oggi – ha dichiarato la Sindaca Raggi, rivolgendosi ai tanti bambini presenti – avete fatto una cosa molto importante per ricordare due persone: l'aver aiutato i vostri genitori a prendervi cura di questo parco è bellissimo e queste due persone se fossero qui vi abbraccerebbero e vi direbbero grazie" .

La storia del Parco

L’area verde intitolata nel 1996 ai magistrati assassinati da Cosa Nostra, ha una storia particolare. Venuta meno l’idea di utilizzare quello spazio per la fiera di Roma, l’area venne destinata ad ospitare un Punto Verde Qualità. “Il parco sarebbe diventato un quarto di quello che è oggi” spiega Manolo Palazzotti, portavoce del Comitato Parchi Colombo “infatti qui sarebbe era previsto che si realizzasse un grosso chiosco ed un parcheggio”. Il privato, in cambio della concessione dell’area, avrebbe dovuto eseguire la manutenzione del verde. Se ne sono invece occupati i residenti. “Diciamo che da un’esigenza è nata una grande opportunità di 'fare comunità', di stare insieme e condividere la stessa voglia di migliorare la nostra città” sottolinea Palazzotti.

La Roma più bella

Con il tempo infatti, autotassandosi, questi cittadini hanno potuto sistemare o sostituire gli arredi presenti, ed hanno anche acquistato qualche piccolo macchinario per lo sfalcio del prato. Il resto lo hanno fatto organizzando, ogni mese, un momento conviviale preceduto dalla pulizia del parco. Un’iniziativa che la sindaca ha molto apprezzato. “Vi ringrazio di cuore- ha concluso Raggi che si è intrattenuta con i cittadini dopo la deposizione dei mazzi di fiori - Siete un modello: se tutti facessero così, Roma sarebbe più bella. Spero che tanti altri prendano spunto da voi per creare oasi felici".

Montagnola: la Sindaca nel parco dedicato a Falcone e Borsellino

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco Falcone e Borsellino, la Sindaca ricorda i giudici antimafia e loda i volontari: "Vi avrebbero ringraziato"

RomaToday è in caricamento