rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Garbatella Montagnola / Via Benedetto Croce, 50

Montagnola: è polemica sullo stanziamento di fondi per la sicurezza scolastica

L’iniziativa, promossa dal PD, non incontra i favori dell’ex Assessore alla Scuola Cefali: “Già 8 mesi fa stanziammo 200mila euro per questi sistemi di sicurezza, bloccati in ragioneria comunale. Mi chiedo il perché di quest’altra proposta”

Su iniziativa dei Consiglieri PD Floriana D’Elia e Luca Gasperini, il Consiglio del Municipio VIII ha votato a maggioranza una proposta di risoluzione relativa al posizonamento di sistemi di sicurezza antieffrazione nella scuole comunali presenti nel territorio.

I RIPETUTI FURTI - Si parte dalla premessa che “le nostre scuole sono oggetto di continui furti da parte di ignoti e che i danni subiti sono ingenti, poiché non circoscritti al solo furto per motivi igienico sanitari” si legge nel documento presentato dal Gruppo Consiliare Pd. Inoltre, “considerato che le strutture non sono adeguatamente protette a causa della mancanza di sistemi di allarme e sicurezza adeguati e che numerose sono le richieste pervenute sulla copertura di danni subiti dalle strutture scolastiche, il Consiglio impegna” assessori e Presidente “ad attivarsi per lo stanziamento di risorse adeguate per l’installazione di sistemi di sicurezza antieffrazione negli edifici scolastici di propria competenza”.

I FONDI BLOCCATI IN COMUNE - La decisione, però, non è piaciuta all’ex Assessore alla scuola ed ora Consigliere Municipale Nicola Cefali. “Si tratta dell’ennesima beffa a danno dei bambini e delle famiglie dei residenti del Municipio VIII. È stata presentata una proposta di risoluzione di maggioranza per uno stanziamento di risorse – ricorda il Capogruppo della Lista Marchini/Api -per i sistemi di sicurezza nelle scuole,  ma si fa presente che da circa otto mesi , l'appalto di quasi 200mila euro era stato già assegnato alla Società Mivar proprio per i suddetti sistemi di sicurezza,ma  ‘grazie’ al patto di stabilità, i fondi sono stati bloccati dalla ragioneria generale del Comune di Roma, e quindi dal Sindaco Marino”.

IL MANCATO SOLLECITO - La sicurezza nelle scuole del territorio, ricapitolando, non costituisce un tema nuovo. Al punto che, stando alle dichiarazioni di Cefali, i fondi sarebbero già stati individuati, senza esito, nel corso della passata consiliatura. “ Ci chiediamo  il perché di questa nuova proposta, quando lo stanziamento è già esistente ed assegnato. Perché non fare un sollecito per sbloccare i fondi? – si chiede l’ex Assessore – Di sicuro si sarebbero potuti evitare i furti subiti nelle scuole come, Villaggio nel Bosco e Principe di Piemonte, che anno recato danni e notevoli disagi alle famiglie. Basta prese in giro. Trovo  che tutto ciò sia banale se non addirittura demagogico”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montagnola: è polemica sullo stanziamento di fondi per la sicurezza scolastica

RomaToday è in caricamento