GarbatellaToday

I-60 e Tor Marancia: per il M5S serve un “referendum municipale”

Il M5S propone a Caudo e Marino un referendum municipale sull’ I-60, “un progetto incompatibile con le condizioni ambientali, di mobilità e di vivibilità del quartiere”

Un referendum consultivo prima di prendere decisioni definitive. E’ questa, la mossa pensata dal Gruppo Capitolino e da quello Municipale del Movimento Cinque Stelle, in relazione all’ I -60. In una lettera rivolta al Sindaco Marino ed all’Assessore Caudo, Frongia, De Vito, Raggi, Stèfano ed ovviamente Cafarotti e Vivarelli, hanno sottoscritto una richiesta ben precisa: “un apposito referendum municipale, al fine di sondare l’opinione dei cittadini circa la possibilità d’impugnare la Convenzione Urbanistica chiedendone la risoluzione con la conseguente chiusura dei cantieri denominati I -60”.

L' I-60 ED IL QUARTIERE - La proposta, protocollata mercoledì 11 dicembre, prende in considerazione anche “l’alternativa: lasciare lo status quo dell’accordo con la prosecuzione dei lavori”. Opzione di cui, comunque, si evidenziano subito le difficoltà. Ad esempio, “l’area serba ritrovamenti archeologici di pregio ed in generale il progetto non sembra compatibile con le condizioni ambientali, di mobilità e di vivibilità del quartiere”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIABILITA' E IMPATTO AMBIENTALE - Inoltre si ricorda, in merito alla mobilità, che “non sono state fatte a loro tempo le necessarie sperimentazioni sul traffico, considerato che i nuovi residenti porterebbero 4-5000 veicoli al giorno in più”. E sul piano dell’inquinamento, si segnala la concomitante assenza anche delle  “necessarie valutazioni di impatto ambientale. A nostro avviso – chiudono la lettera i consiglieri del M5S – tale strumento consultivo, oltre a rappresentare un chiaro segnale di vicinanza all’Amministrazione Capitolina ai bisogni e alle aspettative dei cittadini, potrebbe anche contribuire a ridurre in maniera significativa eventuali proteste conseguenti la soluzione prescelte, anche in relazione al recente sequestro del parco di Tor Marancia”. La proposta è stata lanciata. La palla, adesso, è nelle mani del Sindaco e del suo Assessore.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento