Domenica, 26 Settembre 2021
Garbatella Garbatella / Via Rosa Raimondi Garibaldi

Per il parco e gli orti della Garbatella arriva la cisterna

Dopo due anni si avvia a soluzione il problema dell'approvvigionamento idrico del Parco e degli Orti della Garbatella. "Volevano ripristinare i pozzi lungo la Colombo, ma ne funziona solo uno su quattro. Ha prevalso la nostra linea"

L’estate si preannuncia meno insidiosa per gli alberi e le piante di via Rosa Raimondi Garibaldi. Dopo due anni di lotta, i residenti ed i volontari del Circolo Legambiente sono riusciti a sbloccare la vicenda legata all’irrigazione dell’orto e del parco. Finora era avvenuta semplicemente collegando una pompa al nasone di via Garibaldi. Una soluzione provvisoria che però, è durata per un paio di anni.

LA CISTERNA DI ACCUMULO - “Nel corso di questi anni abbiamo chiesto un supporto per innaffiare gli alberi, e così per un paio di volte ci è stata mandata un’autobotte – spiega Tommaso D’Alessio, Presidente del Circolo Legambiente Garbatella – poi lo scorso mese si sono ufficialmente conclusi i lavori. Il che significa che la cisterna è stata allacciata alla rete elettrica”. Quella delle cisterna di accumulo, rappresenta una vittoria del Circolo. “Riesce a recuperare 5mila litri d’acqua che altimenti verrebbero disperse dalla fontanella. Invece coì una parte finisce in cisterna e quando questa è piena, il resto defluisce in fogna”.

I POZZI ROTTI - La soluzione adottata, non era quella che l’amministrazione aveva inizialmente prospettato. “La cisterna è stata per noi una mano santa. Infatti in precedenza si puntava ad utilizzare i pozzi presenti lungo la Colombo. Come però abbiamo avuto modo di verificare di quattro che erano ne funziona, male, soltanto uno. Quindi sarebbe stato pressoché impossibile – osserva il signor D’Alessio – glielo abbiamo detto ripetutamente però nonostante nel nostro gruppo di lavoro ci siano architetti, ingegneri, acronomi, gli uffici tecnici ci hanno trattato come se non fossimo in grado di affrontare la questione. Infatti dobbiamo ringraziare l’ex Assessore capitolino Estella Marino, il Presidente Catarci e la sua Giunta se si è creata un’interlocuzione. Senza la politica, difficilmente ci avrebbero dato ascolto”.

IL CONTRIBUTO DEI VOLONTARI - I lavori non sono però terminati. "Sabato scorso abbiamo iniziato a provvedere all'alimentazione degli orti ed abbiamo fatto un sopralluogo con un nostro tecnico per vedere come funzionava la rete di irrigazione del parco. Sabato prossimo le nostre operazioni riprenderanno con l'idea di arrivare, diciamo entro giugno, ad avere finalmente un'irrigazione decente". Finora, ci ha raccontato una volontaria, gli alberi sono stati innaffiati anche con il contributo dei bambini che hanno "provvisoriamente" adottato un albero. Ma tutto il lavoro fin qui svolto, non sarebbe stato possibile senza l'apporto decisivo dei volontari di Legambinete . "Io vorrei ringraziare anche quanti, con il cinque per mille, tutti gli anni sostengono il Circolo Legambiente Garbatella - sottolinea il signor D'Alessi - Quello che facciamo con le loro donazioni è sotto gli occhi di tutti: li investiamo interamente per il parco". Finora, con risultati apprezzabili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per il parco e gli orti della Garbatella arriva la cisterna

RomaToday è in caricamento