GarbatellaToday

L’area dell’ex mercato va bonificata: serve all’ampliamento del parco di Garbatella

I volontari di Legambiente hanno organizzato una gioranta di pulizia della sede dell’ex mercato rionale. D’Alessio: “Farà parte del parco ma è in una condizione di abbandono”

L’ex area mercatale di via Rosa Raimondi Garibaldi non è più utilizzata. Da dicembre i suoi operatori si sono trasferiti, dopo una lunga attesa, nel nuovo ed attiguo plateatico.

Il trasferimento e la vecchia sede

L’apertura dei nuovi box, doveva coincidere con la riqualificazione della veccchia sede mercatale. Quello spazio, infatti, è destinato ad essere inglombato dal parco della Garbatella. Però versa in condizione di abbandono. Al punto che, i volontari di Legambiente, hanno deciso per il 4 ottobre di organizzare uno degli appuntamenti che l’associazione ha legato all’iniziativa “Puliamo il mondo”.

L'iniziativa di Legambiente

C’è una ragione che ha spinto Legambiente Garbatella, impegnata nella sua prima grande iniziativa pubblica dopo il lockdown, ad occuparsi proprio di quello spazio “Vogliamo focalizzare l’attenzione dei cittadini e delle istituzioni sull’area ex-mercato: fa parte del parco, ma non è ancora fruibile perché manca la bonifica” ha spiegato Tommaso D’Alessio, presidente del locale circolo di Legambiente. 

La preoccupazione dei residenti

L’ampliamento del polmone verde della Garbatella, molto frequentato anche dai residenti dei quartieri limitrofi, è legato alla sistemazione di quello spazio. “A giugno era stata aggiudicata la gara di appalto - ha spiegato Tommaso D’Alessio - ma  allo stato attuale è in una condizione di totale abbandono e degrado, e non abbiamo notizia dei tempi di sistemazione di questo angolo del Parco”.

Le responsabilità del Comune

Anche il Municipio VIII è stata lasciato all’oscuro. “Non conosciamo neppure noi gli esiti di quel bando del Dipartimento Ambiente - ha spiegato il vicepresidente ed assessore municipale al commercio Leslie Capone - noi, come ente di prossimità, abbiamo provveduto allo smantellamento dei vecchi box, alla pulizia ed alla recinzione. Sistemeremo anche la piccola area utilizzata dagli operatori per il carico e scarico delle merci. Però, per la rinaturalizzazione di quell’area, dobbiamo inevitabilmente attendere gli esiti della gara del Dipartimento Ambiente”.

La messa a dimora degli alberi

L’ampliamento del parco dipende quindi dal Comune. La speranza è che si proceda al più presto, in modo da poter utilizzare la stagione autunnale anche per la messa a dimora di nuove essenze arboree. Il cui incremento, visto la vicinanza della trafficata Cristoforo Colombo, è sempre auspicabile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento