Garbatella Montagnola / Via Benedetto Croce, 50

Municipio VIII a maggio il primo Consiglio autogestito: "Ci prepariamo alla propaganda del M5s"

Associazioni, comitati e cittadini chiamati a partecipare al primo consiglio municipale dopo le dimissioni di Pace. Catarci. "I nostri quartieri non si lasceranno imbonire dalla propaganda del M5S"

Si ricomincia. Sono passate appena due settimane dalle dimissioni di Paolo Pace. Il Municipio, da dieci giorni, è formalmente passato sotto il controllo della Sindaca Raggi. Non per molto però. Le voci di una possibile elezione anticipata, si stanno rincorrendo. Ad ottobre infatti, secondo rumor sempre più insistenti, si potrebbe tornare al voto oltre che ad Ostia, anche nell’VIII Municipio. Un appuntamento cui arrivare preparati. Motivo per cui, tra le fila del centrodestra e del centrosinistra, si è rimessa in moto la macchina elettorale.

LE ELEZIONI ALLE PORTE - Il centrodestra, con il sit-in organizzato davanti l’ex fiera di Roma, ha rinserrato i ranghi in vista del prossimo appuntamento. Il Partito Democratico, attraverso la sua ex Capogruppo Anna Rita Marocchi, è tornata a chiedere le elezioni anticipate. La sinistra rappresentata nel territorio da Andrea Catarci è andata oltre. Ed ha lanciato un appuntamento del tutto originale: un Consiglio straordinario del Municipio VIII.

UN'AUTOGESTIONE PARTECIPATA - “A maggio prenderà forma il primo Consiglio Municipale Autogestito dalla comunità territoriale, che non darà tregua a nessun Commissario ed imbonitore – fa sapere l’ex Minisindaco di SEL, ora approdato al Movimento dei Progressisti  –  i nostri quartieri sapranno smascherare l'infantile propaganda che il M5s capitolino ci rovescerà addosso nel periodo del commissariamento, provando a nascondere la realtà e a far dimenticare alla cittadinanza i dieci mesi di disastri combinati sul territorio”.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI - E così mentre l'ex presidente Paolo Pace “per salutare e per raccontare come sono andati questi mesi” ha organizzato un incontro al Caffè Letterario, la sinistra progressista punta sulla condivisione. Un'assemblea cui prenderanno parte le realtà che hanno a cuore il territorio, dalla Montagnola a San Paolo – spiega Catarci – passando per Tormarancia, Garbatella, l'Ardeatino, Ostiense e Roma 70. Così,noi ci prepariamo a ribattere a tutte le baggianate che il M5s vorrà raccontare in questo periodo, come quella su via Tiberio Imperatore sparata dal capogruppo capitolino Ferrara”. Le elezioni si avvicinano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipio VIII a maggio il primo Consiglio autogestito: "Ci prepariamo alla propaganda del M5s"

RomaToday è in caricamento