rotate-mobile
Garbatella

Garbatella, due mercati su tre sono condannati dall'inerzia del Campidoglio: “E' accanimento contro il quartiere”

Situazione di stallo per le riqualificazioni dei mercati di via Santa Galla e per quello che ospitava il Farmer's market di via Passino

Sono tre i mercati di Garbatella. Uno, situato in via Passino, ospitava il Farmer’s Market ma dall'autunno del 2019 è chiuso. L’altro, presente in sede impropria a poca distanza da Circonvallazione Ostiense, è in attesa di essere trasferito o riqualificato. Un terzo, dopo un lungo contenzioso, è stato invece inaugurato nel dicembre del 2019 in via Rosa Raimondi Garibaldi.

L'inerzia del Campidoglio

Per comprendere quale sia il destino dei primi due mercati il 4 maggio si è svolta una seduta della commissione Trasparenza di Roma Capitale. Le due pratiche, ha spiegato il presidente del Municipio VIII Amedeo Ciaccheri “sono o arenate negli uffici comunali, da mesi a questa parte, e che ancora non c'è risposta nonostante le sollecitazioni che come Municipio abbiamo portato avanti nell'ultimo anno”. Tra l’altro, ha spiegato il Minisindaco, gli operatori del mercato di via Santa Galla, quello cioè situato a ridosso di Circonvallazione Ostiense, hanno scritto una lettera per chiedere di avere interventi urgenti o almeno di essere trasferiti in quello coperto” che era destinato al Farmer’s Market. Dal Campidoglio non è arrivata nessuna risposta.

La riqualificazione ferma del mercato di Santa Galla

“Erano stati tre le ipotesi di riqualificazione che avevamo avanzato per il mercato di Santa Galla - ha ricapitolato l’assessore municipale Leslie Capone - la prima prevedeva il trasferimento in via Passino. Nel 2018 alla commissione Commercio di Roma Capitale, all’epoca presieduta dall’attuale assessore comunale Andrea Coia, avevamo proposto anche un’ipotesi di partenariato pubblico privato o, come terza via, una riqualificazione che prevedeva il trasferimento in una strada adiacente”. L’amministrazione centrale ha scartato le prime due opzioni, lasciando al municipio l’onere di seguire la terza opzione.

Il progetto bocciato dal Comune

“Preso atto delle intenzioni del Campidoglio abbiamo predisposto un progetto di fattibilità, condiviso con i nostri uffici tecnici, di cui abbiamo chiesto conto ai dipartimenti comunali” ha spiegato l’assessore municipale Capone. Risultato? “Dopo molti mesi è arrivato il parere negativo del Dipartimento Mobilità e quello incerto del PAU”. Quindi tutto da rifare. “Ora da parte dell’assessore Coia è stata dichiarata la disponibilità ad incontrarci. Ma noi vorremmo si arrivasse ad un confronto preliminare sul progetto che il Comune intende approvare. Perchè, banalmente - ha commentato l’assessore Capone - vorremmo evitare d'impegnare in nostri uffici inutilmente”.

Farmer's market a Garbatella: tutto fermo

Per quanto riguarda l'ex Farmer's market, la vicenda è ancora più singolare. Il mercato che dal 2014 al 2019 ha ospitato i produttori a km zero, scaduta la concessione, è stato messo a bando. Occorreva riqualificare la struttura, situata nel cuore dei lotti popolari della Garbatella. Nonostante le richieste degli operatori e del municipio, non è stata accordata alcuna proroga. Il comune ha fatto un bando che prevedeva di far realizzare i lavori di manutenzione straordinaria ai futuri operatori del mercato. Ma "dopo la pubblicazione il bando è stato rititrato in autotutela perchè, ci è stato spiegato dal Campidoglio - ha sottolineato l'assessore del Municipio VIII -  bisognava prima modificare il regolamento dei farmer's market. E questo è stato anche fatto, lo scorso autunno. Da ottobre però non abbiamo ottenuto alcuna novità”. Nel frattempo, gli operatori, in forza di un accordo privato sottoscritto con il gestore dell'ex deposito Atac di via Severo, si sono trasferiti a San Paolo.

Il sospetto accanimento contro la Garbatella

“Mettendo insieme le due questioni, quella del mercato di via Passino e quello di via Santa Galla, si ha l’impressione che ci sia, da parte dell’amministrazione comunale, una sorta di accanimento verso il quartiere che ha appena compiuto cento anni” ha concluso Capone. Ma se non è bastato il centenario della Garbatella per rilanciare i due mercati, la speranza di vederli riqualificare prima della fine del mandato elettorale sembrano molto flebili. A voler essere ottimisti. Ad oggi, com’è stato fatto notare, le due realtà appaiono condannate se non da un vero e proprio accanimento, almeno da una sorta d’inerzia dell’amministrazione comunale.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Garbatella, due mercati su tre sono condannati dall'inerzia del Campidoglio: “E' accanimento contro il quartiere”

RomaToday è in caricamento