menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ex Bagni Pubblici: ecco come avverrà la riqualificazione

SEL e PD festeggiano dopo l’atteso vertice. Catarci: “Si tratta di un grande risultato per la collettività”. Raccio (Pd): “Il PD lavorerà per la legalità e la gestione pubblica dello spazio”

Si è concluso con la vittoria di tutti, la questione legata all’utilizzo degli ex Bagni Pubblici della Garbatella. Ma, come abbiamo titolato in precedenza, è stata soprattutto la vittoria dei cittadini del quartiere e del Municipio, che avranno finalmente a disposizione l’agognata biblioteca.

LA SODDISFAZIONE - “Il vertice istituzionale promosso dal Municipio Roma VIII sul futuro degli ex bagni di Garbatella ha dato i frutti sperati – ha scritto in serata il Presidente Catarci - poiché si è concluso con la sottoscrizione di un accordo tra Regione Lazio, Roma Capitale, Municipio Roma VIII, Ater di Roma e LazioDisu finalizzato a realizzare nello storico edificio, progettato da Innocenzo Sabatini e poi affittato ad un’attività privata per decenni, un centro polifunzionale di natura pubblica, con servizi destinati al diritto allo studio, alla formazione e alla cultura”.

LA RIQUALIFICAZIONE - Il Presidente del Municipio entra poi nello specifico dei ruoli che le varie realtà istituzionali, agiranno. “La Regione si farà garante del recupero della vocazione pubblica e promotrice del restauro e del risanamento conservativo del locale, l’Assessorato alla Cultura di Roma Capitale porterà all’interno degli spazi una Biblioteca, il Municipio Roma VIII organizzerà un percorso partecipato per l’individuazione delle specifiche funzioni da rendere operative e promuoverà le stesse e gli scambi del centro polifunzionale con gli altri attori socio-culturali, nonché con il sistema scolastico. Da ultimo, LazioDisu stanzierà un milione di euro per l’avvio delle attività e per la riqualificazione, che si realizzerà in collaborazione con l’Ater”.  

UNA VITTORIA DI TUTTI - “Si tratta di un grande risultato per la collettività, sollecitato dal Municipio Roma VIII in vari modi e con un atto approvato lo scorso novembre, che ha anche spinto i giovani in presidio agli ex bagni a porre termine all’iniziativa . Il risultato  - ha concluso il Presidente Catarci - è stato possibile per la determinazione e la concretezza di tanti e, in particolare, ci tengo a ringraziare il Vice Presidente regionale Smeriglio, l’Assessora capitolina alla Cultura Barca, il Gabinetto del Sindaco e Foschi in particolare, la maggioranza municipale tutta”.

LA REGIONE ED IL PD - Soddisfatto anche il gruppo consiliare del PD, che è tornato sul tema attraverso un comunicato del Capogruppo Federico Raccio. "Vogliamo ringraziare il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti per aver chiarito quale futuro potranno avere gli ex bagni pubblici di Garbatella: un polo culturale veramente pubblico per la Garbatella da oggi può essere realtà, un sogno del quartiere si può realizzare. L' appoggio della Regione in questo percorso ci sembra puntuale e importante – ha precisato Raccio, aggiungendo che - fondamentale è stata la richiesta da parte delle forze interne al Consiglio Municipale di rivalutare questo luogo rendendolo una casa della Cultura a gestione pubblica. Laziodisu, ora proprietaria dello stabile, come richiesto dagli atti votati in municipio, potrà dare un futuro concreto agli spazi con una gestione diretta pubblica e trasparente. Ringraziamo anche tutta la cittadinanza che ha sostenuto il nostro progetto. Il cammino  - ha ricordato in chiusura il Capogruppo PD - non è ancora concluso, ma la biblioteca sarà una realtà e il PD lavorerà per la legalità e una gestione pubblica dello spazio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento