menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pugilato: la Montagnola rivendica la cintura mondiale di Giovanni de Carolis

Il Campione del mondo dei pesi Mediomassimi non ha ancora ricevuto la relativa cintura, rimasta immotivatamente in Germania. Catarci (SEL): "Prepotenza inaudita, ora basta: rivogliamo il maltolto"

Giovanni De Carolis, il pugile formatosi nella palestra popolare della Montagnola, è ancora il campione mondiale WBA dei pesi supermedi. Solo che la cintura iridata, conquistata lo scorso gennaio, ancora non l’ha ricevuta. E’ rimasta in Germania. Una situazione che sta creando malumore nel territorio da cui il pugile romano proviene. Anche perchè la cintura è finita nelle mani di Zeuge, il prossimo sfidante di De Carolis.

LA CINTURA - “La foto - annuncia il Presidente municipale Andrea Catarci - ritrae i due pugili Zeuge e Brähmer con in mezzo la cintura di Campione del Mondo dei Pesi Mediomassimi” ricorda Andrea Catarci - solo che quel simbolo prestigioso appartiene a Giovanni De Carolis, pugile cresciuto alla Palestra Popolare di Montagnola, che l'ha vinta lo scorso 9 Gennaio 2016 a Offenburg, in Germania, in un bellissimo match contro l'ex detentore Feigenbutz".

LA SFIDA NELLA SFIDA - Quella sfida, rischia di essere reiterata nel tempo. Oltre al match che si dovrà svolgere il prossimo luglio, c'è la sfida lanciata dal Presidente del Municipio VIII per recuperare la cintura.“I Teutonici evidentemente non hanno preso bene l'esito dell'incontro e, fatte le foto di rito, assicuravano che avrebbero spedito presto i due trofei vinti in Italia. Solo che Giovanni, i coach Luigi Ascani e Italo Mattioli e tutto lo staff, l'intera Palestra popolare, il quartiere, il mondo del pugilato e l'Italia aspettano vanamente: dopo mesi arriva solo una cintura e completamente a pezzi, dell'altra nemmeno l'ombra.

IL PROSSIMO MATCH - “Ora basta con questa prepotenza: vogliamo subito il maltolto a casa, in Italia, a Roma, alla Montagnola. Le Istituzioni sportive, quelle nazionali, si facciano parte in causa per porre fine a questa spavalda buffonata che si sostanzia in una sottrazione indebita.” La prossima sfida del campione acclamato da tutto il Paese, è prevista per il 16 luglio. “Se la cintura sarà ancora di De Carolis o dei tedeschi - conclude Catarci - lo vedremo quel giorno. Per ora è nostra e ci è stata scippata indebitamente”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
De Magna e beve

Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Attualità

Coronavirus, a Roma 534 casi. Sono 1243 i nuovi contagi nella regione Lazio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento