Martedì, 28 Settembre 2021
Garbatella Garbatella / Circonvallazione Ostiense

Garbatella, mano nella mano per non dimenticare

Una catena umana di bambini insegnanti e famiglie, in "un luogo simbolo: il ponte intitolato a Spizzichino cittadina di Garbatella, deportata e sopravvissuta al lager nazista"

La Garbatella ed i suoi abitanti sono fieri della propria tradizione culturale. Lo stesso vale anche per i quartieri limitrofi, quando si parla di Resistenza. E quando si tratta di non dimenticare. La celebrazione del Giorno della Memoria in questo quadrante, ha sempre avuto un significato particolare. Perché si intreccia alle vite di chi, per sconfiggere il nazifascismo ha combattuto, spesso sacrificando la propria vita. Ma anche perché c’è stato chi, ha speso la propria esistenza, a mantenere viva la fiaccola della Memoria. Come Settimia Spizzichino, a cui il Cavalcaferrovia che congiunge Garbatella con Ostiense, è stato dedicato.

LA CATENA UMANA - Naturale, dunque, che le celebrazioni del 24 gennaio, si svolgano proprio a ridosso di quest’infrastruttura. “Su proposta delle commissioni Scuola e Cultura del Consiglio del Municipio Roma VIII  - ricordano infatti l’Assessore alla Cultura Claudio Marotta ed il Presidente Catarci - quest’anno in occasione del Giorno della Memoria, presso il Ponte Settimia Spizzichino si realizzerà una catena umana formata da studenti, insegnanti e famiglie del territorio per non dimenticare le atrocità e le vittime del nazi-fascismo”.

SETTIMIA SPIZZICHINO - Come si diceva, l'individuazione del posto non è stata casuale. “Il luogo scelto ha un significato profondo – continuano Catarci e Marotta - poichè si tratta del ponte che collega la Garbatella al quartiere Ostiense intitolato a Settimia Spizzichino, cittadina di Garbatella, deportata ad Auschwitz e sopravvissuta all’olocausto, per lungo tempo testimone vivente dell’aberrazioni che le ideologie nazi-fasciste hanno prodotto.”  

I PRESENTI - All’appuntamento, che è fissato per le ore 10,30 di venerdì 24 gennaio, prenderanno parte l’ex Assessora municipale alla Memoria Carla di Veroli, nipote di Spizzichino, la Giunta e i Presidenti delle Commissioni Cultura e Scuola del Municipio Roma VIII e in rappresentanza del Sindaco di Roma Valeria Baglio, Consigliera Capitolina.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Garbatella, mano nella mano per non dimenticare

RomaToday è in caricamento