rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Garbatella Montagnola / Piazzale dei Caduti della Montagnola

Montagnola: La risposta di Catarci alle accuse di Alemanno

Catarci "Le parole pronunciate dal sindaco con la celtica al collo, davanti al monumento che ricorda 59 persone che nel '43 si opposero all'avanzata dei nazifascisti, hanno un valore chiarissimo"

Qui alla Montagnola c’è la sinistra peggiore d’Europa”. L’affermazione che ieri, il sindaco Alemanno, ha rilasciato durante una visita al territorio, non poteva cadere nel vuoto. In giornata, il Presidente del Municipio VIII Andrea Catarci, ricandidatosi con la coalizione di Roma Bene Comune a governare il territorio, ha deciso di replicare in due modi. Ricordando quanto di positivo, la sua giunta, ha realizzato in questi anni e, parallelamente, stigmatizzando l’esternazione del primo cittadino, proferita in un luogo simbolo del martirio nazifascista.

Il Sindaco con la celtica al collo che ha fatto scempio di Roma, si abbandona all'ennesimo sproloquio, stavolta sul quartiere Montagnola. Il Municipio XI ha assicurato in questi anni una riqualificazione di tante strade e marciapiedi pur con fondi risibili a disposizione, ha strappato con le unghie e con i denti a due Giunte comunali, la risistemazione della Piazza, ha incrementato di 100 posti il parcheggio nella sede di Via Benedetto Croce, a disposizione degli utenti e della cittadinanza tutta, ha dotato il Parco Ceribelli di un'area gioco per bambini, ha potenziato il limitrofo Mercato rionale fornendolo di parcheggio dedicato,  ha scommesso sul ruolo positivo svolto dalle associazioni locali che a Via Pico della Mirandola hanno costituito un importante punto di riferimento” ha ricordato Catarci.

Spostando poi il discorso dal lavoro svolto al mancato supporto ottenuto da Roma Capitale, Catarci ha osservato come “Tanto per compensare il buon lavoro svolto dall'Ente municipale, il Sindaco Alemanno e la sua Giunta hanno bloccato il progetto di riqualificazione del deposito Ama ed attraverso la municipalizzata hanno messo in vendita l'area. Non contenti di negare al quartiere quel cambiamento che avrebbe portato il poliambulatorio, la biblioteca ed il museo della memoria – ha poi aggiunto il minisindaco -  si sono impegnati in altre piccole azioni clientelari sulle manutenzioni, dedicando fondi consistenti ad una strada in buone condizioni e rispondendo con uno zero alle richieste del Municipio sulla disastrata Via Acri”.

L’affondo finale, è invece affidato alla storia. Premesso che  “Siamo particolarmente orgogliosi di turbare costantemente il sonno del Sindaco, tanto da spingerlo a tuonare contro il Municipio dove ci sono i ‘rossi più rossi’ e dove ‘c'e la peggiore sinistra di Roma e di tutta Europa’ – Catarci ricorda che quelle -  parole, pronunciate dal sindaco con la celtica al collo davanti al monumento che ricorda le 59 persone che nel settembre '43 si opposero all'avanzata dei nazifascisti, assumono un valore ancora più esplicito. Grazie del riconoscimento, Sindaco Alemanno”  conclude Andrea Catarci, candidato di Roma Bene Comune per la Presidenza del Municipio Roma VIII (ex Xi).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montagnola: La risposta di Catarci alle accuse di Alemanno

RomaToday è in caricamento