rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Garbatella San Paolo / Via Giovannipoli

Garbatella: lo stato dei parchi è sempre più precario

Il Municipio XI, per cercare di arginare l’assenza di Roma Capitale, ha concluso un accordo con un privato per la pulizia di alcuni parchi. Giovedì si comincia con via Giovannipoli

La Garbatella, lo abbiamo ricordato anche ieri, prendendo spunto dalla descrizioni offerta dal minisindaco Catarci, era stato concepito come un quartiere all’inglese, pieno di aree verdi.

IL VERDE DELLA GARBATELLA - In effetti, se si osservano i cortili dei lotti popolari, spesso curati dagli stessi condomini, i giardini appaiono ancora come uno dei principali elementi di decoro urbano, che impreziosiscono il quartiere. Ma non sempre si può fare lo stesso discorso per le tante altre aree verdi, queste però a carattere pubblico, che riempiono la Garbatella, come San Paolo o come Grotta Perfetta.

IL DEGRADO DIFFUSO - In effetti, non si fa in tempo a descrivere il degrado che caratterizza un giardino pubblico, che immediatamente ci viene segnalato, o scopriamo con i nostri stessi occhi, altre aree verdi su cui è necessario intervenire con prontezza. Consapevole di questa situazione, il presidente Catarci ha deciso di passare al contrattacco. “Da tempo cittadini e Municipio Roma XI lamentano lo stato crescente di degrado di Parchi e aree verdi territoriali – riconosce il minisindaco - tra questi Parco Serafini di Via Giovannipoli, Parco Caduti del Mare di Via Pullino e Giardino Desiderio Nobels di Via delle Sette Chiese sono del tutto abbandonati”.

I MOTIVI DEL DEGRADO - Le cause di tale abbandono, vengono rapidamente indicate dal presidente del Municipio “  Si tratta di aree la cui manutenzione, in maniera anomala, è affidata all’Assessore Comunale alle Periferie anziché a quello dell’Ambiente. Inoltre, non ricevono nemmeno il consueto lavoro del Servizio Giardini. Niente di niente da quando l’ex Assessore Ghera non ha più potuto scegliersi la cooperativa di turno, cioè dallo scorso giugno. Da allora  - osserva Catarci - nessuno pulisce e a Via Pullino e Via Giovannipoli nessuno apre e chiude i cancelli d’ingresso, costantemente spalancati.

IL RICORSO AI PRIVATI - Si diceva che, a fronte d’una situazione nota, ma immutata, l’ente territoriale ha deciso di giocare il tutto per tutto. “Il Municipio Roma XI – scrive il suo presidente -  avendo segnalato più volte lo stato di insopportabile degrado, ora ha deciso di intervenire in proprio, in supplenza degli Assessorati centrali. Lo farà grazie ad una convenzione stipulata con l’Unione Sanitaria Internazionale (USI), una realtà di natura privata che si è resa disponibile a finanziare alcuni interventi straordinari . Così giovedì 21 febbraio – fa sapere Catarci- si procederà alla pulizia e al taglio dell’erba del Parco Serafini di via Giovannipoli alla Garbatella, a cui seguiranno le bonifiche di altre aree verdi territoriali.  Ovvio, però, che è urgente una soluzione più strutturale della questione e che la Giunta Alemanno non può continuare a fare danni e poi a mettere la testa sotto la sabbia come fanno gli struzzi.”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Garbatella: lo stato dei parchi è sempre più precario

RomaToday è in caricamento