rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Garbatella / Garbatella / Via Rocco da Cesinale, 16

Il circolo 19 luglio è sotto sfratto. Ciaccheri scrive ad Ater, Regione e prefetto: "Va tutelato"

Lo sfratto per morosità da via Rocco da Cesinale è previsto mercoledì 17 aprile, nello stesso giorno è stato organizzato un presidio. Il minisindaco: "Necessaria una mediazione"

Contro lo sfratto per morosità del circolo liberario “19 luglio – Carlo Cafiero” si muove il presidente del municipio VIII, Amedeo Ciaccheri. Il minisindaco ha scritto ad Ater, alla Regione e al prefetto di Roma, Lamberto Giannini, per chiedere di tutelare “un patrimonio culturale e storico di Garbatella e della città”. Il tempo è poco: lo sfratto è previsto mercoledì 17 aprile.

L’appello di Ciaccheri

“Lo spazio 19 luglio-Carlo Cafiero sta cercando insistentemente un'interlocuzione con l’Ater - scrive il minisindaco -. La lettera vuole raccogliere invece l’opportunità di una mediazione che ridia regolarità allo spazio e che soprattutto ci possa permettere di tutelare un archivio dal punto di vista documentale prezioso per i materiali in esso contenuti e che rappresentano - conclude - uno snodo da sempre presente nella rete delle realtà culturali, politiche e sociali attive sul quadrante di Garbatella”.

La mobilitazione

Contro lo sfratto, intanto, ha annunciato una mobilitazione lo stesso circolo, che nel 2011 ha occupato lo spazio in via Rocco da Cesinale 16, al Lotto 60 (Ater Roma), “per dare maggiore spazio e voce ad un progetto di biblioteca popolare dedicata a Fabio Iacopucci e di archivio anarchico”. Il progetto, però, è molto più “anziano” e risale al 1945, quando a Garbatella, durante un convegno di anarchici antifascisti dedicato proprio a Carlo Cafiero, in una cantina di via Vettor Fausto 3, fu annunciata la fondazione del gruppo. “Lo Spazio Anarchico 19 Luglio – ricordano gli attivisti - è stato condiviso anche per i convegni, le conferenze, le presentazioni di libri, le proiezioni filmiche, per iniziative teatrali, musicali e cinematografiche". E ancora: "Il progetto di archivio e biblioteca del Cafiero in questi anni finalmente ha preso forma ed è stato luogo di ricerca aperto al quartiere frequentato anche da studiosi e laureandi. Oltre a conservare libri e documenti appartenenti o donate al gruppo, lo spazio sta ospitando nella sua biblioteca fondi appartenenti anche a collezioni private di più recente datazione". Da qui la scelta di tutelare questa esperienza con un presidio, in programma il 17 aprile, giorno in cui è previsto lo sfratto, alle 7 di mattina: “Lo spazio 19 luglio – Carlo Cafiero non si muove da Garbatella”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il circolo 19 luglio è sotto sfratto. Ciaccheri scrive ad Ater, Regione e prefetto: "Va tutelato"

RomaToday è in caricamento