GarbatellaToday

Municipio VIII: prolungare il Piano Casa è “un regalo al mattone”

La riproposizione del Piano Casa della Giunta Polverini, prolungato per tutto il 2016, non è piaciuta. Secondo Catari e Miglio è "un favore fatto alle mediograndi cordate economiche"

Il Piano Casa firmato dall’ex Vicepresidente della Regione Lazio Luciano Ciocchetti, è stato prorogato. La possibilità di ottenere dei bonus per l’abbattimento e la ricostruzione di immobili, non è dunque stata abrograta dalla nuova Giunta Zingaretti.

IL REGALO AI COSTRUTTORI - La scelta di prolungare il Piano Caso per tutto il 2016, votata a larga maggioranza in Consiglio Regionale, per alcuni amministratori locali rappresenta del fumo negli occhi. “L’allargamento fino a tutto il 2016 del Piano Casa regionale elaborato dalla ex Presidente Polverini è un malcelato regalo al mattone – hanno commentato il Presidente Catarci e l’Assessore Miglio -  Invece di impegnarsi in progetti di riconversione del patrimonio immobiliare già edificato e rimasto invenduto, poiché il mercato risulta saturo da tempo, si alimenta la logica sciagurata che prevede ancora consistenti aumenti di cubature esistenti e persino di quelle ancora non realizzate.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA SPADA DI DAMOCLE - L’idea che offrire la possibilità di abbattere e ricostrure un immobile, possa essere utilizzata dal ceto medio, viene confutata dall’Ente di Prossimità: Secondo l’Assessore all’Urbanistica Massimo Miglio ed il Presidente Catarci, “il Piano Casa é una vera e propria spada di Damocle puntata alla testa dei territori e dei Municipi. Basti pensare che dal 1° gennaio 2013 nel solo Municipio Roma VIII ci sono state 33 richieste di interventi di superfici sulla base del famigerato art. 3 ter. In quasi tutti i casi, lungi dal trattarsi del piccolo ampliamento di una famiglia media, si hanno di fronte complessi  medi e medio-grandi ed interessi di cordate economiche. Altri due anni di deregulation sono davvero insostenibili, si torni subito alla ragione.” 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus Roma, presidente dell'ordine dei medici: "Nel Lazio situazione preoccupante"

  • Albero crolla su auto, il padre della ragazza nella vettura: "Criminali, oggi potevo essere al funerale di mia figlia"

  • Ciclabile Tuscolana, investiti due fratelli. Il padre: "Più che una bike lane è una preferenziale per scooter"

  • Metro B, Castro Pretorio e Policlinico chiudono per la sostituzione della scale mobili

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento