menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tormarancia: la ricostruzione della scuola Mappamondo resta in alto mare

Non ci sono più notizie dei fondi necessari alla ricostruzione della materna di via Odelscalchi. Angelucci (SEL): "Abbiamo mandato un sollecito in estate ed una nota alla Regione a novembre. Quella ricostruzione è prioritaria"

Nel quartiere di Tormarancia la situazione dei posti per le scuole materne permane critica. Già ad ottobre l’Assemblea permanente del quartiere aveva evidenziato il perdurare di una situazione insostenibile. La carenza di posti nelle scuole d’infanzia era grave al punto tale che, due bambini su tre non riuscivano a trovarvi posto.

L'ATTESA DEI FONDI - In serata l’Assessore alla Scuola Paola Angelucci (SEL) è tornata sulla questione, chiedendo chiarezza e maggiore impegno per risolvere il disagio. "Da troppo tempo il Municipio VIII attende i fondi per intraprendere la ricostruzione della scuola per l’infanzia Mappamondo di via Odescalchi, nel quartiere Tormarancia."

LA VICENDA - “Il 21 novembre 2012 la scuola, inserita nel Contratto di Quartiere Tormarancia 2, è stata demolita per motivi di sicurezza – ha ricordato l’Assessore Angelucci - da allora il Municipio che ha pagato il primo stato di avanzamento lavori, si è visto costretto a fermarsi perché non ha più ricevuto i fondi stanziati per la ricostruzione, trasferiti dal Ministero dell'Istruzione alla Regione Lazio dove si sono arenati negli anni scorsi .”

I SOLLECITI ALLA REGIONE - Da parte del Municipio, da mesi si sta cercando di risolvere la questione. “Già questa estate abbiamo mandato un sollecito al Dipartimento Programmazione Economica della Regione Lazio per smuovere la situazione e, il 22 novembre 2013, inviato una nota agli Assessori ai Lavori Pubblici e al Bilancio della nuova Giunta regionale con cui si è avviata una collaborazione per arrivare, in tempi tollerabili, ad una risoluzione del problema che sta generando sfiducia nella Pubblica Amministrazione tra i residenti e le famiglie del quartiere private della loro scuola.”

L'ESIGENZA PRIMARIA - “Questa è un’emergenza primaria per il nostro territorio  - ha sottolineato Angelucci - per  questo faccio appello al Sindaco Marino, come Assessora ai Lavori Pubblici e alla Scuola di questo Municipio, che la ricostruzione della scuola Mappamondo sia inserita nel Piano Investimenti del nuovo Bilancio previsionale di Roma Capitale, come prima opera da realizzare, per dare risposte concrete alle esigenze reali delle persone e non solo parole superficiali e fini a se stesse.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento