rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Ardeatino Tor Marancia / Piazza Lante Federico Marcello

Tor Marancia: i rami potati a piazza Lante restano a terra per dieci giorni

Un lavoro completato a distanza di giorni

Dieci giorni per rimuovere le potature effettuate a piazza Lante, in zona Tor Marancia. Un'operazione attesa che era stata salutata con notevole soddisfazione dall'ex portavoce municipale Valentina Vivarelli, oggi  consigliera pentastellata in Campidoglio. Secondo l'ex capogruppo municipale, un lavoro del genere non era stato mai fatto in precedenza.

Potature e spuntature

"Avete mai visto potature così? Personalmente ho visto molte 'spuntature' nel passato, ma questo lavoro no" ha commentato in un post la consigliera comunale del M5s. Per la pentastellata la differenza tra il prima ed il dopo, risiede nel fatto che "le spuntature consentono alle ditte di effettuare più interventi sulla stessa pianta. Molto più conveniente, per i meno onesti, molto poco conveniente per i cittadini romani". Alla decantata operazione di taglio dei rami  non è però seguita la loro contestuale rimozione. Un lavoro fatto a metà, che non era sfuggito ai residenti.

La rimozione dei rami

"I cumuli di materiale di risulta derivanti dalle recenti potature effettuate dal Servizio Giardini, sono rimaste a terra  per dieci giorni" ha fatto notare il coordinatore municipale di Forza Italia Paolo Barbato. "La cittadinanza ha più volte sollecitato la necessità di pulire le aree in questione per consentire la piena fruibilità delle stesse, ma la risposta ricevuta è stata che la mancanza di mezzi idonei alla raccolta e al trasporto del materiale potato ne impedisce lo smaltimento e il trasporto in discarica".  Ci sono voluti alcuni giorni per completare il lavoro avviato e salutato con grande enfasi dalla consigliera Vivarelli. La rimozione dei rami è infatti cominciata solo nella mattinata di mercoledì 11 ottobre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tor Marancia: i rami potati a piazza Lante restano a terra per dieci giorni

RomaToday è in caricamento