GarbatellaToday

Tor Marancia: chi vuole frequentare un parco ridotto così male?

Il Parco della Torre continua a soffrire dei soliti problemi. Servizi igienici devastati, assenza d'acqua e pista da bocce inutilizzabile lo rendono poco appetibile. Resta in piedi l'ipotesi di una sua assegnazione

Scritte vandaliche, vegetazione deboradante, servizi igienici devastati. L’elenco delle cose che non vanno nel parco di Tor Marancia sono tante. Ma per una volta partiamo da ciò che funziona: l’erba è tagliata a puntino ed il prato, complice la comparsa dei cassonetti, è decisamente più pulito. Tutto il resto continua a non andare.

LE BUONE INTENZIONI - All'inizio del mese di giugno, la situazione era peggiore di quella che si può vedere adesso. L’erba, alta oltre un metro, nascondeva infatti i giochi a molla dei bambini. Per cercare di restituire un po’ di decoro all’area, l’associazione " Parco della Torre" aveva tentato di coalizzarsi con altre piccole realtà territoriali. L'obiettivo era quello di procedere intanto con uno sfalcio dell'erba. Bastò annunciare quest’intenzione, per veder arrivare una squadra di operatori che, in mezza mattinata, tagliarono e ripulirono il parco.

PERMANGONO I DISAGI - All’indomani della pulizia del parco, il Consigliere della Lista Marino Alessio Catoni, commentò profeticamente: “ok il taglio dell’erba, ma adesso serve assegnarlo”.  Da allora poco è cambiato. La fontanella è sempre senz’acqua. I sanitari sembrano la scenografia di un film dell’orrore. L’accesso su via Annio Felice rimane sbarrato da una transenna. E probabilmente il parco, che dovrebbe chiudere alle 19.30 continua a restare aperto.

IL PARCO E' SOTTOUTILIZZATO - Strano a dirsi ma intorno alle 16.30 e durante tutto il nostro sopralluogo, non c’era nessuno a frequentare l'area. Se non è frequentata magari resta  pulita, ma così risulta anche poco utile. Più probabile invece che, in assenza di acqua, di servizi igienici funzionanti e di una pista da bocce utilizzabile, il parco sia  divenuto poco appetibile per i residenti . Cosa fare allora? Catoni a giugno propose “di affidarlo all’associazione Parco della Torre ed a tutte le realtà interessate”. Ma anche in quel caso, non è chiaro a chi spetterebbe il compito di  far ripristinare l’allaccio idrico,  sistemare la pista da bocce, e ristrutturare i locali dei servizi igienici. Nel frattempo, il Parco, resta sottoutilizzato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus Roma, presidente dell'ordine dei medici: "Nel Lazio situazione preoccupante"

  • Albero crolla su auto, il padre della ragazza nella vettura: "Criminali, oggi potevo essere al funerale di mia figlia"

  • Metro B, Castro Pretorio e Policlinico chiudono per la sostituzione della scale mobili

  • Ciclabile Tuscolana, investiti due fratelli. Il padre: "Più che una bike lane è una preferenziale per scooter"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento