menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tor Carbone: scoperta organizzazione di usurai, 2 arresti

I due sono finiti in manette dopo le denunce di una vittima che si era rivolto ad un'associazione antiusura. I due arresti sono avvenuti in flagranza mentre si stavano facendo consegnare il denaro non dovuto

Interessi altissimi, ma anche richieste di denaro una volta estinto il debito. Agivano così due imprenditori della zona di Tor Carbone che sono finiti ieri in manette, colti in flagranza di reato. Gli agenti del commissariato Tor Carbone, in collaborazione con l'Associazione antiusura Airp sono riusciti ad individuare e persuadere una vittima a formalizzare la denuncia. Questo nonostante la vittima fosse stata minacciata di subire pesanti ritorsioni anche contro i suoi familiari.

La vittima, lo scorso anno, in difficoltà economiche aveva richiesto un prestito di 40.000 euro ad un imprenditore che riteneva suo amico. Questi però ben presto ha cambiato atteggiamento minacciando ritorsioni di ogni genere qualora la vittima non avesse pagato con interessi altissimi.

Saldato il debito, anche perchè minacciato di gambizzazione, la vittima ha denunciato il tutto alla polizia di stato. A finire in manette sono state Walter Abballe 50 enne di Colonna, in provincia di Roma ed Egidio Serra, 49enne sardo di Tertenia in provincia di Nuoro. I due sono stati colti in flagranza di reato mentre si stavano facendo consegnare dell'altro denaro che nel frattempo avevano chiesto nonostante il prestito fosse stato già estinto.

Gli altri membri dell'organizzazione, non presenti alla consegna del denaro, sono stati denunciati in stato di libertà.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento