Ardeatino Montagnola / Via Aristide Leonori

Montagnola, rapinano farmacia in via Leonori: trovati grazie ai testimoni

Sono scappati a bordo di un furgone poi individuato dagli agenti. Fermati in un appartamento è stata ritrovata anche la felpa indossata dal "palo". Si indaga su altre rapine

Avevano rapinato la farmacia di via Aristide Leonori scappando a bordo di un furgone di colore bianco, ma sono stati scoperti grazie ai testimoni che hanno descritto il furgone e i vesti del palo aiutando così gli agenti nell'individuazione dei responsabili.

GUARDA IL VIDEO DELLA RAPINA


LA RAPINA - D.P.E, è entrato nella farmacia di via Aristide Leonori e, a passo spedito, con una mano nascosta nel giubbotto, si è diretto dietro al bancone allontanando dalla cassa una dipendente e “arraffando” tutto il denaro contante. Alto, barba incolta, longilineo, felpa bianca, tuta grigio scura e scarpe da ginnastica bianche a righe nere.
Questa la descrizione di uno dei due, fornita da alcuni testimoni della rapina in farmacia di via Aristide Leonori. Fuori dall’esercizio commerciale, ad attenderlo, c’era il complice B.F. a fare da “palo, con la felpa di colore celeste. Dopo il colpo, alcuni testimoni hanno visto i due salire a borgo di un furgone di colore bianco, lasciato in sosta poco distante.
Gli agenti, ricevuta la segnalazione al 113, hanno fatto scattare le indagini effettuando riscontri “incrociati” sui numeri parziali del veicolo, all'esito dei quali hanno ottenuto una "corrispondenza".

TROVATI E ARRESTATI -  Ascoltato dagli agenti, l’intestatario ha dichiarato che il veicolo non era nella sua disponibilità, in quanto lo aveva ceduto lo scorso anno ad un tale di cui non ricorda il nome, senza aver formalizzato il passaggio di proprietà.
Ulteriori verifiche, hanno permesso agli agenti di accertare che alla guida del mezzo, in passato era stato fermato B.F. 47enne romano, “vecchia” conoscenza della Polizia.
Il 47enne, nel tentativo di eludere i controlli, non aveva fatto ritorno a casa propria, ma si era nascosto nell’abitazione del fratello.
Al momento del blitz, all’interno dell’appartamento gli agenti hanno trovato D.P.E. e B.F., in evidente stato di alterazione da abuso di sostanze stupefacenti, in compagnia di altre persone. All’interno, nel bagno di casa del fratello, B.F. aveva riposto la felpa celeste, indossata durante la rapina, con l’intenzione di “ripulirla”.
Accompagnati negli uffici del Commissariato Monteverde, B.F. e D.P.E. sono stati arrestati per rapina in concorso. Sequestrato anche il furgone bianco, parcheggiato in una via limitrofa. Sono in corso ulteriori indagini da parte della Polizia per verificare la responsabilità degli arrestati in altri fatti analoghi avvenuti nei giorni scorsi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montagnola, rapinano farmacia in via Leonori: trovati grazie ai testimoni

RomaToday è in caricamento