Ardeatino Garbatella

Emergenza abitativa: “Renzi ascolti la sofferenza della gente”

Sull’emergenza abitativa il Presidente del Municipio chiama in causa il Premier: “Ascolti il grido di allarme e sofferenza che viene da Roma”

Da Montecitorio non sembra siano arrivate le risposte che i tanti inquilini degli ex Enti Previdenziali, ma anche gli altri che vivono condizioni di disagio abitativo speravano. In particolare, non sembra esservi l’intenzione di bloccare gli sfatti.

“Dalle anticipazioni e le prime indiscrezioni nel Piano Casa – fa sapere il Presidente Catarci - non risulterebbe alcunché riguardo il blocco degli sfratti e la tutela degli inquilini degli Enti previdenziali. Entrambe le misure sono prioritarie per evitare il peggioramento dell’attuale situazione già tragica, vanno assolutamente introdotte insieme alla tutela delle morosità incolpevoli, altra emergenza sociale sui cui non è possibile far finta di niente.”

La delusione delle centinaia di persone accorse a Montecitorio, durante la discussione sul Piano Casa in Consiglio dei Ministri, dev’essere stata cogente. Tanto da spingere il Minisindaco, a chiedere un ripensamento da parte del Premier. “Poiché un vero piano casa non può fare a meno di confrontarsi con le tante spine del presente, il Presidente del Consiglio Renzi  - lo incalza Catarci –ascolti il grido di allarme e la sofferenza dei tanti che a Roma come in altre città si attendono quel minimo di protezione sociale che oggi non viene loro assicurata.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza abitativa: “Renzi ascolti la sofferenza della gente”

RomaToday è in caricamento