GarbatellaToday

Parco di Tor Marancia: “Ci siamo affezionati e vogliamo ripulirlo”

Il parco di Tor Marancia versa in condizioni di abbandono. L'illuminazione e l'acqua mancano da anni. La fontanella è spenta, i sanitari rotti e l'erba è ricresciuta di un metro. Ma ci sono dei volontari interessati a riqualificarlo

Su via di Tor Marancia c’è un’area verde che meriterebbe un diverso destino. Si tratta del parco su cui insiste il manufatto che da il nome al quartiere. Una torre medioevale di 15 metri, perfettamente conservata anche se murata al piano terra, “per evitare occupazioni abusive” ci spiegano. In generale il parco si presenta poco curato.

L'ABBANDONO - I servizi sanitari sono parzialmente divelti e comunque abbandonati da anni. Dall’unica  fontanella  presente non esce una sola goccia d’acqua.  L’area giochi per bambini, nonostante sia di recente realizzazione, sembra poi inadatta ad ospitare un minore. La ricrescita vegetativa è notevole ed in alcuni punti rasenta il metro di altezza. C’è anche una pista per le bocce, con tanto di tettoia in legno ed impianto d’illuminazione. Purtroppo non funziona, come non funzionano neppure i lampioni posizionati lungo il perimetro del parco. Sembra che siano stati asportati i cavi elettrici.

LA MANCATA ASSEGNAZIONE - La sensazione generale dell’area, su cui si affacciano molti palazzi nel quartiere, non è delle migliori. “Noi qui ci siamo cresciuti e ci dispiace vedere che non c’è la giusta attenzione per questo spazio verde” ci spiegano alcuni ragazzi dell’Associazione Il Parco della Torre. “Avevamo chiesto che ci venisse assegnato sia alla Giunta Municipale che all’Assessore Estella Marino, lo scorso marzo. Nessuno ci ha mai dato una riposta”. Nel frattempo le giostrine impiantate appena a febbraio, sono divenute inutilizzabili. Il manto della pista da bocce, è ormai impraticabile. E l’unica panchina presente, è stata vandalizzata. 

L'INIZIATIVA DEI VOLONTARI - “Noi vorremmo provare a garantire una manutenzione costante del verde. Certo, le spese per sistemare l’area - ci spiegano alcuni ragazzi dell’associazione – non le possiamo sostenere. Ma la sistemazione del parco, invece sì. E vorremmo farlo prima possibile, Già a partire da sabato 7 giugno".  In quell'occasione, varie associazioni locali si sono date appuntamento  per effettuare la bonifica del parco. Sacchi, rastrelli e decespugliatori, per cercare di restituire il decoro ad una delle aree più rappresentative del quartiere.

LA DIGNITA' DEL PARCO - “Ben vengano iniziative di questo genere – commenta Alessio Catoni, Consigliere Municipale della Lista Marino – Noi siamo assolutamente favorevoli a che sia restituita dignità a questo luogo. Ormai saranno tre anni che l’illuminazione è venuta meno e che sia i servizi igienici che la fontanella, risultano privi d’acqua. Per non parlare dell’ingresso su via Annio Felice, transennato dallo scorso febbraio. E pensare che sono  stati spesi 6mila euro per la realizzazione del parco giochi, inaugurato appena lo scorso gennaio. Sono anche favorevole – conclude l’intervista Catoni – a che sia data l’assegnazione diretta dell’area all’Associazione Parco di Tor Marancia Onlus, che ne ha fatto richiesta da tempo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento