Ardeatino Montagnola / Via Pico della Mirandola

Montagnola, regna l'abusivismo. Contro i mercatini improvvisati lanciata una raccolta firme

Nel quartiere proliferano mercatini sui marciapiedi ed ora anche in mezzo alla strada. Bonaccorsi: "Serve un segnale. Presto attiverò una raccolta firme per protestare contro il triangolo del degrado"

La Montagnola continua a rappresentare uno scrigno di sorprese. Dopo i tortellini, i formaggi scaduti e le salsicce vendute sui marciapiedi, si registra un ulteriore salto di qualità. C'è infatti un'altra categoria merceologica che sui marciapiedi si troverebbe fuori luogo. Dunque meglio puntare direttamente alla strada.

IL TRIANGOLO DELL'ILLEGALITA' - "Oltre ai mercatini del rubato ed agli abusivi presenti sui marciapiedi antistanti il mercato di  via Pico della Mirandola,  ora si vendono anche poltrone stile 'impero'. Sono state sistemate proprio sulle strisce pedonali, situate davanti alla scuola Guglielmo Marconi. Questa zona della Montagnola – osserva Alessandra Bonaccorsi, Consigliera del Gruppo Misto – rappresenta una sorta di triangolo delle Bermuda, ma dell'illegalità. In ogni angolo c'è una forma diversa d'illegalità ed a questo punto sto pensando di mettere su anch'io un banchetto dell'usato"scherza Bonaccorsi.

LA RACCOLTA FIRME - "Nel quartiere ci sono tre zone calde che costituiscono una sorta di triangolo. I Rom, gli abusivi sul marciapiede davanti al mercato ed ora anche quelli sulle strisce pedonali, dall'altra parte del mercato. Il camion che vende le sedie sembra tollerato, ma io non credo sia accettabile posizionarle sulle strisce pedonali – osserva la Consigliera Municipale – Sulla situazione del commercio abusivo in cui versa la Montagnola, ho deciso di organizzare una raccolta firme. Poi passerò anche ad Ostiense. Penso che su questo tema serva un forte segnale – conclude Bonaccorsi – e sarò felice di farmene carico".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montagnola, regna l'abusivismo. Contro i mercatini improvvisati lanciata una raccolta firme

RomaToday è in caricamento