menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La foto postata su facebook da Paolo Ferrara

La foto postata su facebook da Paolo Ferrara

Ex Mercati Generali, il Municipio a Cinque Stelle decide di non decidere. Ci pensa la Raggi

L'incontro in Campidoglio il giorno prima delle votazioni sugli ex Mercati Generali hanno l'effetto di far sparire le divisioni. Per Ferrara (M5s): "Il gruppo è compatto e determinato. La foto parla chiaro"

La riunione svoltasi in Campidoglio con il Capogruppo Paolo Ferrara è stata un successo. Almeno sul piano formale. Le lacerazioni maturate all’interno del M5s nel Municipio VIII sembrano improvvisamente sparite. I consiglieri presenti in Aula municipale, l'indomani mattina (martedì 7 marzo) hanno votato in maniera compatta contro il documento presentato dalle opposizioni. E pazienza per chi invece quella risoluzione l’aveva voluta ( il presidente Pace) e firmata (il pentastallato Morazzano) e al momento del voto non si sono fatti vedere. L’importante è mandare un messaggio distensivo all'esterno.

COMPATTI E DETERMINATI -  Un'incombenza di cui si è fatto carico lo stesso capogruppoo capitolino che, trionfante, ha oggi ragguagliato direttamente la sindaca Raggi. E' a lei che ha recapitato un messaggio pubblico su facebook: “Virginia Raggi,  oggi sono andato al Municipio VIII per una seduta del Consiglio.  Ho trovato il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle compatto e determinato nel portare avanti il lavoro sul territorio. Con la giusta serenità dopo alcune diversità di opinione”. Piccole divergenze, quasi scaramucce. Talmente piccole che il giorno prima di votare un atto, i Consiglieri municipali sono stati convocati in Campidoglio. Piccolezze che fanno mancare ancora dei pezzi in giunta, dopo la decisione del presidente Pace di fare a meno degli assessori Tisi e Pranzo Giuliani. Tutta colpa di "alcune diversità di opinioni". Quisquiglie. Ma fa niente. Su facebook Ferrara posta l’immagine di undici consiglieri pentastellati con la mano alzata. Il messaggio è chiaro: siamo compatti, tutto risolto. Va tutto bene, nonostante ai probiviri e a Grillo sia stata recapitata una richiesta di revoca del simbolo al presidente Pace per aver disatteso i dettami del MoVimento.

LE FANTASIE DEI GIORNALI - Verrebbe intanto da chiedersi dove siano gli altri visto che la truppa a 5 stelle di Consiglieri ne schiererebbe 15 in Municipio. Sedici con Pace. Ma è chiaro, la trave è nell’occhio di chi osserva. “Ma come – commenta un utente sotto al post del Capogruppo - sui giornali dicevano che stava succedendo un caos , che volevamo sfiduciare Pace”. Fantasie. “La foto parla chiaro” taglia corto Ferrara  che ovviamente sa tutto, ma preferisce non raccontare. Magari per far ricadere, come da prassi, le responsabilità sui giornali. “Questa è la dimostrazione che raccontano palle – commenta subito un utente - State uniti, non diamola vinta a questi parassiti”. Dopotutto  quella di lunedì 6 marzo in Campidoglio è stata solo una visita di cortesia. Una gita in centro.

DECIDE LA SINDACA - Intanto si è votato contro l’atto presentato dalle opposizioni e firmato in Commissione Urbanistica anche dal Consigliere Morastano, prima chiaramente che abbandonasse l’aula. “Hanno deciso di non governare. Decide tutto Raggi, anche se poi cosa pensa la Sindaca sugli ex Mercati Generali non lo sappiamo – commenta il consigliere Andrea Catarci – a rimetterci è però il territorio. Noi, vista l’apertura da parte degli imprenditori impegnati nel progetto, avevamo richiesto interventi per migliorare le infrastrutture, i servizi sociali ed anche il verde. Almeno tre milioni e mezzo di euro che ora, il privato, si può anche risparmiare di spedere”.rimarca Catarci, commentando la risoluzione votata in Municipio VIII. E sulla ritrovata armonia "A me sembra che loro siano compatti solo nel decidere di rinunciare al proprio ruolo. Fanno i curatori fallimentari delle questioni territoriali. Litigano, perdono i pezzi. Mi chiedo cos’altro possa succedere quando andremo ad affrontare le altre questioni urbanistiche”.

LE PIROETTE - Anche dal fronte del Partito Democratico, le critiche non si sono fatte attendere. "Sul futuro degli ex Mercati Generali assistiamo attoniti alle piroette dei grillini tutti concentrati sulle loro beghe interne e lontanissimi dai problemi del quartiere – scrivono in una nota i consiglieri dem Marocchi, Falasca, Melito e Mannarino – Prima si spaccano, con una parte del gruppo che si dichiara fermamente contraria al progetto di riqualificazione mentre il Presidente Pace e l'altra parte del gruppo sono a favore, firmando e promuovendo addirittura una risoluzione per un rapido avvio dei lavori. Poi ritirano la firma e votano contro la risoluzione, dopo il loro sostanziale 'commissariamento' dal Campidoglio - rimarcano i democratici che aggiungono - Noi continueremo a sostenere la riqualificazione di Ostiense e tutte le possibilità di sviluppo e vivibilità del territorio, attenti ai problemi e alle esigenze dei cittadini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento