rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Ardeatino Ardeatino / Via Ardeatina

Ragazza carbonizzata in incendio morta per un incidente

Sarebbe stato un incidente a provocare la morte della giovane romena trovata carbonizzata la scorsa notte all'interno di baracca in una stradina sterrata all'altezza di via Ardeatina 630, a Roma. Si chiamava Andreia e aveva 18 anni

Probabilmente, la giovane romena trovata carbonizzata ieri notte in una baracca all'altezza di via Ardeatina 630 è morta per un incidente.
Questa l'ipotesi più accredita vista la posizione in cui è stato scoperto il corpo: adagiato su una brandina. Il medico legale però non è riuscito ad accertare la presenza di segni di violenza perché il corpo era carbonizzato. Presumibilmente, le fiamme hanno raggiunto la giovane mentre dormiva.

La ragazza non ha ancora un'identità formale attraverso le impronte digitali o il calco dentario, ma, da quanto affermato dagli altri abitanti delle baracche circostanti, si chiamava Andreia e aveva 18 anni. Divideva la baracca con il suo fidanzato che è rimasto illeso, perché al momento dello scoppio dell'incendio, si trovava in un'altra casupola. Il ragazzo, non appena ha visto le fiamme, ha dato l'allarme, ma non c'è stato nulla da fare per la sua fidanzata.

Secondo i carabinieri della compagnia Eur, a scatenare l'incendio dovrebbe essere stata la caduta di un contenitore di metallo colmo di alcool che la coppia utilizzava per riscaldarsi, ma anche per cucinare collocandovi sopra una piccola griglia.

Nel corso della notte gli investigatori hanno ascoltato cinque testimoni. Stamattina la squadra rilievi dei carabinieri è tornata nel piccolo accampamento per ulteriori accertamenti.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazza carbonizzata in incendio morta per un incidente

RomaToday è in caricamento