menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cantiere I-60: “L’allaccio idrico abusivo è stato certificato”

L'utilizzo dell'acqua di una scuola, da parte di una ditta operante nel cantiere dell'I-60, è stato certificato da un sopralluogo degli uffici tecnici che hanno provveduto ad effettuarne il distacco. Catarci: "Questi sono fatti documentati"

Un mese fa il Presidente Catarci segnalò “anomale circostanze riscontrate nel cantiere dell’I-60”. Tra queste citò espressamente “il ritrovamento di importanti reperti archeologici, la presunta sparizione del fosso, l’autodistruzione dei casali vincolati, l’apertura di passi carrabili abusivi, la costruzione abusiva di manufatti” e, come il Minsindico ebbe a definirli, “furti d’acqua dalla scuola adiacente”.

LA RICOSTRUZIONE DELLA DITTA - La circostanza è stata smentita dalla responsabile di una ditta operante nel cantiere, che ha tenuto a precisare quanto segue: “noi ci siamo permessi di chiedere l’uso dell’acqua al Preside della scuola di via Berto per piccoli impasti di cemento, in attesa dell’allaccio idrico da parte dell’Acea richiesto  ad agosto 2013 e ottenuto a marzo 2014”. Ma la richiesta, sempre secondo la titolare della ditta, sarebbe avvenuta “alla presenza del responsabile dell’ufficio scolastico del Municipio”, circostanza in occasione della quale “si e’ concordata la concessione di acqua a fronte di piccoli lavori di manutenzione interni ed esterni all’edificio scolastico”.

LA REPLICA DI CATARCI - Il Presidente del Municipio VIII non è però d’accordo su questa ricostruzione dei fatti. “Gli uffici tecnici, in un sopralluogo documentato, hanno rilevato un utilizzo dell’acqua non autorizzato e l’hanno bloccato”. L’ufficio di Presidenza ci ha messo a disposizione la relazione nella quale si legge che  “su segnalazione di alcuni genitori dei bambini frequentanti la scuola in oggetto il Servizio Manutenzione del Patrimonio Edilizio ha eseguito  un sopralluogo presso la scuola dell’infanzia di via Berto 230, per verificare l'eventuale presenza di allacci abusivi all'impianto idrico della scuola”.

LA RELAZIONE DEI TECNICI - Il risultato di questo sopralluogo è esplicitato al termine della relazione firmata da un architetto ed un ingegnere dell’U.O.T. municipale. “ E’ stata constatata la presenza di una tubazione allacciata ad un rubinetto, posto sul giardino della scuola, alimentante due serbatoi situati nell'attigua area di cantiere del Consorzio ‘Grottaperfetta  I-60’. Alla luce di quanto rilevato si è ritenuto opportuno procedere all'immediato distacco della tubazione idrica dal rubinetto in argomento”.  La relazione è corredata da alcune fotografie, di cui non disponiamo. “Questi sono i fatti – replica il Presidente Catarci alla spiegazione pubblicata ieri - i retroscena non li possiamo conoscere. Se ci sono altri documenti che hanno regolato l’accordo di cui si parlava –e che abbiamo citato  nella dichiarazione della titolare della ditta – ce lo facessero sapere”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento