Domenica, 26 Settembre 2021
Ardeatino Montagnola / Via Benedetto Croce, 50

Elezioni municipio VIII: Baccarelli saluta Salvini e abbraccia Marchini

L'avvio della campagna elettorale tra insospettabili cambi di casacca e l'esclusione di alcune liste, a sinistra come a destra. Ecco com'è cambiato in poche ore il panorama politico nel Municipio VIII

Liste escluse dalla competizione elettorale, a destra come a sinistra. Papabili candidati alla presidenza che passano da una coalizione ad un’altra sul filo di lana. In vista delle amministrative del 5 giugno nell’VIII Municipio sta succedendo di tutto. 

IL CASO FASSINA – Il terremoto politico che sta coinvolgendo la sinistra romana, nel Municipio più rosso della città sembra paradossalmente sia stato contenuto.  Anche qui è saltata la lista di Sinistra Italiana, ma hanno retto le altre due, direttamente collegate all’elezione del Presidente Catarci. Il tre volte Minisindaco potrà così continuare a puntare sulla propria rielezione, anche se sarà più difficile del previsto. Con la lista a sostegno di Fassina vengono infatti meno le consigliere municipali di SEL Floriana D’Eelia e Gabriella Magnano (già capogruppo di Sinistra Ecologia e Libertà). E salta anche l’apporto di Rifondazione Comunista, lì rappresentata da Luca Fontana, numero tre della lista.  La corsa alla Presidenza della candidata democratica Anna Rita Marocchi, si fa così più semplice.

IL GIRO DI VALZER – Colpisce anche la decisione, maturata nella notte tra venerdì e sabato, tra le fila di Forza Italia. Il protagonista di questa scelta, Andrea Baccarelli, era tornato a prendersi le pagine della cronaca romana per aver legato il suo nome a quello di Matteo Salvini. Era stato proprio lui  a proporre al leader leghista di visitare la Garbatella. Ed appena tre giorni addietro, era stato sempre lui ad accompagnare Salvini al Mercato della Montagnola. “Ho capito che la mia presenza era incompatibile con la coalizione in cui ero presente. Inoltre credo che Maurizio Buonincontro sia la persona adatta a fare da candidato per il centrodestra nel Municipio VIII e quindi sostengo la sua candidatura. Se mi chiedono infine chi voterò come Sindaco – ha concluso Baccarelli – risponderò "Alfio Marchini" naturalmente”.

GUAI A DESTRA – Nel frattempo, rischia di saltare anche la lista di Fratelli d'Italia per Alessio Scimè Presidente. E sarebbe una beffa perchè, dietro al cambio di casacca di Baccarelli, c'è anche la contesa innestatasi tra Fdi e Noi con Salvini per il Candidato alla Presidenza dell'VIII. Alla fine l'ha vinta il partito di Giorgia Meloni che proprio in quel territorio ha mosso i suoi primi passi ed al quale, se non andrà in porto il ricorso presentato da FdI, rischia di dover rinunciare.

PROFILO BASSO - A chiudere il quadro il Movimento Cinque Stelle che ha cataputato nella contesa elettorale Paolo Pace. I Pentastellati, che qui hanno perso il capogruppo a metà consiliatura, in quest'avvio di campagna elettorale stanno seguendo un profilo basso. Una scelta la cui lungimiranza, andrà verificata al momento del voto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni municipio VIII: Baccarelli saluta Salvini e abbraccia Marchini

RomaToday è in caricamento