GarbatellaToday

Tor Marancia, il nido ed il Drive In condividono lo stesso ingresso: “Ora si cerchi un accesso alternativo”

Contestata la decisione di far accedere dallo stesso civico chi porta i bambini a scuola e chi deve fare il tampone per il nuovo Coronavirus

In via Odescalchi 67/a, nel quartiere di Tor Marancia, è stato allestito un nuovo Drive In. Lì la Asl Rm2 ha deciso di eseguire i tamponi per verificare, se chi vi si reca, sia stato contagiato dal nuovo Coronavirus.

Lo stesso ingresso

Il nuovo Drive In si trova in un comprensorio dove aveva sede l’ex Ipab San Michele. Ma dallo stesso numero civico si accede però anche per accompagnare i propri figli a scuola. Perchè, entrando al numero 67 di via Odescalchi, si arriva anche ad un nido convenzionato del territorio. Una situazione che, da più parti, è stata giudicata poco opportuna.

La preoccupazione

“Mi sono arrivate tante segnalazioni di genitori e nonni che, portando i bambini a nido di viale Odescalchi, sono rimasti perplessi dalla scelta di destinare al Drive In lo stesso accesso del nido - ha osservato Simone Foglio, il consigliere leghista che, sulla vicenda, ha presentato un’interrogazione in Municipio VIII. “E’ vero che il Drive In apre alle nove, ma è altrettanto innegabile che molte persone si mettono in fila ben prima. E se vanno a fare il tampone lì è perchè temono di aver contratto il Covid 19. Per questo quella promiscuità è quantomeno discutibile - ha rimarcato Foglio - ed è per tali ragioni che abbiamo chiesto, con l’interrogazione, se non sia possibile prevedere un ingresso alternativo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il necessario buon senso

La notizia del nuovo Drive In, aperto vicino al nido, ha rapidamente superato i confini del Municipio VIII. La questione della comune apertura, ha così finito per interessare anche dei parlamentari. E’ il caso, ad esempio, della deputata Annagrazia Calabria. La parlamentare di Forza Italia, nel premettere che l’ “individuazione logistica delle aree da dedicare all'espletamento dei tamponi deve seguire criteri di buonsenso” ha puntato il dito contro il caso di Tor Marancia.  Nella vecchia Shanghai, "i genitori che accompagnano i bimbi sono costretti a percorrere lo stesso viale di accesso del drive-in, passando accanto alle macchine in fila in attesa del tampone" ha ribadito la deputata. Una convivenza che, in prospettiva, potrebbe dimostrarsi complicata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento