Sabato, 23 Ottobre 2021
Ardeatino Ardeatino

Ardeatino: cadavere mutilato, si va verso la pista dell'omicidio rituale

Potrebbe esserci un macabro rito dietro il cadavere mutilato e senza alcuni organi ritrovato in un campo vicino via Ardeatina. Si indaga per scoprire l'identità della donna

Gli inquirenti che indagano sul cadavere trovato ieri in un campo nei pressi di via Ardeatina sembrano orientarsi verso la pista dell'omicidio rituale. Quello ritrovato ieri, non è un semplice cadavere, ma un corpo straziato e deturpato, di cui, ancora oggi, se ne ha solo una parte. Il cadavere di una donna, dunque, senza testa né gambe e con le braccia aperte, privo di alcuni organi interni: questi gli elementi che portano a pensare a una ritualità nell'efferatezza.

Il cadavere è stato scoperto in un campo alla periferia nei pressi di via Ardeatina, disteso in terra a un paio di metri dal ciglio della strada, in via di Porta Medaglia. Il proprietario del terreno che passava in motorino ha notato una sagoma: il corpo era sventrato e in avanzato stato di decomposizione. Senza testa e senza gambe, tagliato all'altezza del bacino, ma con le braccia aperte, un anello a un dito della mano destra e le unghie smaltate. Una sola mano aveva il palmo rivolto verso l'alto. Indosso aveva ancora i vestiti, una giacca nera e una maglietta chiara. Era in quel campo da non più di 48 ore, vicino a una piazzola di sosta, poco oltre il guard-rail. Secondo gli investigatori, infatti, la donna è stata mutilata e uccisa altrove e successivamente portata nel campo, dove non ci sono evidenti tracce di sangue sull'erba nei pressi del corpo. L'unica possibilità di identificare la vittima è nelle sue mani.
La donna, infatti, potrebbe essere riconosciuta dalle impronte, se già schedata dalle forze dell'ordine. Inoltre, le mutilazioni, e il fatto che alcuni organi interni siano stati asportati, fanno pensare a un omicidio rituale. In quella zona ci sono colline basse che si alternano a campi verdi. E' un posto molto tranquillo, ma noto perché frequentato da transessuali e donne che si prostituiscono. Nella piazzola a due metri dal punto del ritrovamento del cadavere, "battono i trans - spiegano i residenti - mentre più avanti, ad alcune centinaia di metri, ci sono alcune ragazze africane". Per questo inizialmente il padrone del campo dove è stata trovata la donna aveva pensato a un transessuale che in passato aveva frequentato quei posti e non si vedeva da tempo. Ma il corpo è di una donna, e la sua carnagione è chiara, morta da alcuni giorni. L'unica certezza è che il cadavere è stato scaricato e lasciato lì in fretta da qualcuno negli ultimi due giorni. In queste ore gli inquirenti stanno battendo tutte le piste, in particolare si indaga anche negli ambienti della prostituzione, visto che il ritrovamento potrebbe far ipotizzare a un omicidio esemplare per intimidire altre donne o trans negli ambienti della prostituzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ardeatino: cadavere mutilato, si va verso la pista dell'omicidio rituale

RomaToday è in caricamento