Venerdì, 30 Luglio 2021
Garbatella Montagnola / Viale Pico della Mirandola

Garbatella: la boxe romana si tinge di rosa con Althea Ciminiello

La campionessa della Garbatella si impone anche in un prestigioso quadrangolare ad Ancona, battendo la favorita, Laura Fiori, che combatteva in casa. Anche il Municipio XI esprime soddisfazione per il risultato

Che il pugilato non sia più uno sport di esclusivo appannaggio maschile, è un dato assunto da qualche anno. Ne costituisce la riprova il fatto che, anche nella futura edizione delle Olimpiadi, la boxe femminile sia stata inserita come disciplina ufficiale. Sul piano mediatico invece, film come Million Dollar Baby, hanno evidenziato la passione e la dedizione che, una ragazza quanto un uomo, possono mettere incrociando in guantoni in allenamento, come in combattimento.

Althea Ciminiello. E’ recente la notizia della vittoria della campionessa romana Althea Ciminiello, del prestigioso quadrangolare di Ancona, che l’ha vista imporsi sull’atleta locale Laura Fiori. Un risultato importante per il panorama pugilistico romano, ed ancor di più per i tanti supporter del suo storico quartiere, la Garbatella.
“Dopo la vittoria ai campionati italiani di pugilato femminile, Althea Ciminiello, atleta locale, nata e cresciuta alla Garbatella, rappresentante della Team Boxe Roma XI, palestra del nostro territorio, in questi giorni ha proseguito la sua ascesa alle vette della boxe. In un quadrangolare, con la campionessa nazionale, la campionessa universitaria e la campionessa preolimpionica, si è imposta su tutte le rivali” – ha dichiara soddisfatto, in mattinata, il Presidente Andrea Catarci.

Boxe territoriale .“Grazie al lavoro di istruttori preparatissimi, come Luigi Ascani e Italo Mattioli, grazie al sudore e all’abnegazione di Althea, lo sport territoriale da amatoriale si è proiettato in una nuova dimensione. La Team Boxe è diventata una realtà che ha superato i confini locali raggiungendo quelli nazionali, divenendo la prima struttura romana e la settimana nazionale per la boxe femminile”.

Tagli allo Sport. Un risultato che riempie di orgoglio non soltanto amici e parenti, ma anche le istituzioni locali, che tuttavia evidenziano un rischio importante, come sottolina lo stesso Catarci “i Municipi sono oggetto continuo di tagli in particolare modo per i fondi destinati allo sport e alla cultura” come ricordava recentemente anche l’Assessora Carla Di Veroli. “Se non si invertirà la rotta – conclude Catarci -  si rischia di non riuscire più a sostenere il lavoro che viene prodotto dalle realtà di base e di disperdere il patrimonio sportivo presente.”
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Garbatella: la boxe romana si tinge di rosa con Althea Ciminiello

RomaToday è in caricamento