Garbatella Garbatella / Piazzale 12 Ottobre 1492

Air Terminal: presentato Eataly

Soddisfatto il municipio per la presenza di un’azienda leader mondiale nell’enogastronomia di qualità. E dopo l’apertura di NTV la riqualificazione dell’Air Terminal è completata

La vicenda della riqualificazione dell’Air Terminal Ostiense, “l’edificio più bello del postmoderno” come era stato definito, divenuto un “tempio allo spreco”, parafrasando il Presidente Catarci, è ormai giunta al termine.

Presentato Eataly. A seguito della presentazione di Italo, avvenuta ieri mattina, è stata formalizzata anche l’apertura di Eataly, l’azienda italiana leader nel settore dell’enogastronomia di qualità.
"Dopo il Nuovo Trasporto Viaggiatori all’AIR Terminal, apre Eataly, il marchio italiano del cibo di qualità che è stato presentato in anteprima, alla presenza di Ministri, Sindaco, Presidenti di Provincia e Regione. Si tratta di una grande operazione sul piano occupazionale, culturale e di riqualificazione urbana. " – fa notare Catarci che poi prende in esame ciascuno dei tre aspetti.

Sbocchi occupazionali. Sul versante lavorativo, la presenza della società di Oscar Farinetti, ha già prodotto dei risultati ragguardevoli “Già 557 persone, di 27 anni di anni di media, lavorano nella Eataly romana  - ricorda il minisindaco - e circa 250 produttori locali dell’agro alimentare effettueranno le forniture". Non meno importante è l’investimento culturale che si compie, affittando ad Eataly i locali della Geal s.r.l., proprietaria della struttura. "In Eataly si intrecciano, ristorazione, vendita e didattica – in una forma del tutto innovativa -  arte e cibo, Modigliani e le specialità regionali, con l’idea guida di rilanciare alcuni dei punti di forza dell’economia nazionale". E dunque, la presenza di questa azienda, è essa stessa fattore di volano economico.

Simbolo di un'economia reale. Infine, fa notare il Presidente del Municipio XI, visibilmente soddisfatto per le società cui sono stati assegnati gli spazi della Geal, “Eataly consente, come NTV, la riqualificazione dell’Air terminal, il monumento allo spreco costruito per i mondiali di calcio del 90 e poi abbandonato per oltre 20 anni all’incuria. Simbolicamente diventa il segno di un’economia reale che rifugge dalla finanza e dalle devastanti scommesse su derivati o simili per investire nella creazione di posti di lavoro. E tutto questo avviene ad Ostiense, in una delle aree ex industriali della città con il più alto tasso di trasformazione legata al riuso di manufatti con funzioni dimesse”. Una scelta importante, soprattutto in funzione del fatto che, riallocando strutture già esistenti, si consuma meno territorio e, nel caso specifico, si valorizzano edifici che hanno un valore anche sul versante architettonico.


Il rispetto delle regole. "Il Municipio XI ha lavorato affinché tale evento avvenisse nel pieno rispetto delle regole e, dopo essere arrivato a sospendere i lavori per irregolarità nell’iter autorizzativo, dà il benvenuto ad Eataly, a Oscar Farinetti e a tutte le persone che lavorano nell’Air terminal.” Conclude Catarci. Si ricorderà, in effetti, come a seguito delle verifiche effettuate dall’Ufficio Tecnico del Municipio, l’ XI Gruppo di Polizia Municipale avesse deciso di sospendere i lavori, ponendo i sigilli su due piani, successivamente messi sotto sequestro dai P.M. Conclusasi la vicenda, con la realizzazione di una Dichiarazione d’inizio attività in sanatoria e con il pagamento di oneri concessori sensibilmente più congrui, l’operazione di riqualificazione dell’Air Terminal Ostiense può dirsi definitivamente terminata. E dopo oltre 20 anni, i residenti potranno tornare, o per meglio dire cominciare a godersi una struttura, che è sempre stato un simbolo. Prima dello spreco. Adesso dell’eccellenza.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Air Terminal: presentato Eataly

RomaToday è in caricamento