Garbatella Garbatella / Piazzale Ostiense

Acea: anche il Municipio XI giovedì scende in piazza

All'appuntamento degli undici minisindaci, giovedì 3 sotto la sede di Acea, partecipa anche Andrea Catarci, per ribadire l'adesione del Municipio alla Campagna di Obbedienza Civile e per ribadire il ruolo di garante delle istituzioni territoriali di prossimità

La vendita ad un privato del 21 % delle quote di Acea, che la Giunta Alemanno ha in serbo di realizzare, sta alimentando il malcontento generale, anche sotto il profilo istituzionale. Per questa ragione 11 minisindaci capitolini, giovedì 3 maggio si incontreranno sotto la sede dell’azienda municipalizzata, in piazzale Ostiense, per esprimere il proprio dissenso rispetto all’operazione in programma.

Campagna di obbedienza civile. Il Municipio XI, già da tempo ha aderito alla campagna di “obbedienza civile”. Non solo dunque cittadini ed associazioni vigileranno sul rispetto del quesito referendario con il quale, oltre 1 milione e 200 mila romani, si sono pronunciati contro la privatizzazione dei servizi idrici. Anche i Municipi, e tra questi quello presieduto da Andrea Catarci, continuano infatti a ribadire il carattere di “bene comune” dell’acqua, opponendosi alla ventilata vendita delle quote azionarie.

Percorsi di partecipazione. Inoltre, dalla sede di via Benedetto Croce, viene ancora una volta ribadita la necessità di realizzare “percorsi di partecipazione”, finalizzati a restituire alle istituzioni territoriali di prossimità, ed ai cittadini con cui si relazionano, quelle forme di controllo dal basso necessarie al buon funzionamento di un sistema democratico.

Istituzioni territoriali di prossimità. Dopotutto, ricordava Catarci in una recente intervista per RomaToday “La maggior parte dei solleciti che arrivano al Municipio riguardano richieste e reclami per ATAC AMA e ACEA. Noi però non abbiamo i contratti con queste aziende, che ha invece il Comune. Ed andrebbero decentrati subito, perché noi già facciamo un  lavoro di raccordo tra le stesse ed i cittadini. Quando i residenti, ad esempio, ci hanno segnalato che San Paolo per alcuni giorni è rimasta al buio – ricordava Catarci - io ho scritto all’Acea chiedendone ragione. E ci facciamo dare le risposte che poi tornano ai cittadini. In un meccanismo di garanzia di un Ente municipale, che non ha un elemento formale di impegno rispetto ai cittadini”.


Ed anche per chiedere maggiore autonomia e potere decisionale,  per dirla con Catarci, “nel rispetto di un meccanismo di garanzia”, che i rappresentanti del Municipio XI giovedì 3,  si sono dati appuntamento alle 10.30 in piazzale Ostiense.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acea: anche il Municipio XI giovedì scende in piazza

RomaToday è in caricamento