Sabato, 16 Ottobre 2021
Fiumicino Fiumicino

Ostia chiama, Fiumicino risponde: incontro sul Ponte della Scafa. Fino a settembre restano i disagi

Continuano i lavori per decidere se aprire le corsie almeno ai pedoni, se consentire il senso alternato o se lasciarle chiuse per i lavori

A fine agosto il X Municipio e Fiumicino daranno vita ad un Consiglio congiunto per poter "discutere sulla situazione dei gravi disagi che si sono venuti a creare per la chiusura del Ponte della Scafa". Un incontro che non si concretizzerà prima della fine del mese, tradotto: i problemi e la chiusura del ponte che collega Ostia a Fiumicino resteranno fino a settembre. Almeno.

Giuliana Di Pillo, mini sindaca pentastellata del Decimo, ha chiamato ieri il primo cittadino di Fiumicino Esterino Montino che ha subito accettato la proposta della vicina Ostia. "In quell'occasione si discuteranno insieme le conseguenze e i disagi causati dall'improvvisa chiusura del Ponte della Scafa, che collega i due territori, decisa da Astral. Rimaniamo in attesa nei prossimi giorni di notizie più precise riguardo alle verifiche che proprio Astral stessa sta conducendo", sottolinea Montino. 

Saputi i risultati delle indagini sarà fissato il luogo e la data per questa seduta congiunta di Consiglio che "porterà ad eventuali soluzioni al problema del traffico", spiega Di Pillo. Nel frattempo i tecnici lavorano anche la notte esaminando il cuore centrale della struttura per accertarne l'integrità. 

"Come faccio ad andare al lavoro?"

Poi si analizzerà la tenuta del pilone e solo dopo questi monitoraggi si potranno valutare una serie di elementi, ossia se aprire le corsie almeno ai pedoni e alle biciclette, se consentire il senso alternato o se lasciarle chiuse per i lavori. E mentre si studia anche l'ipotesi di un ponte militare, Cotral, con percorsi alternativi, ha ripristinato il servizio bus tra Ostia Lido, Fiumicino Isola Sacra e Fiumicino Aeroporto. 

In questi giorni il sindaco Montino ha ricordato anche il progetto del "nuovo" ponte della Scafa ormai fermo da decenni. Una proposta lanciata e promessa nel 2006 da Roma e Fiumicino. Ma tra ritardi, lungaggini burocratiche, i sondaggi che hanno portato a nuove scoperte archeologiche (gli scavi di Ostia Antica dal ponte distano nemmeno 100 metri ndr) e i rimpalli della politica hanno bloccato l'iter che, invece, in questi giorni ha ripreso piede. "La procedura del nuovo ponte della Scafa prosegue", precisa il Campidoglio. I termini temporali sono ignoti. Nel frattempo il vecchio ponte rischia la demolizione.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostia chiama, Fiumicino risponde: incontro sul Ponte della Scafa. Fino a settembre restano i disagi

RomaToday è in caricamento