Martedì, 28 Settembre 2021
Fiumicino Fiumicino / Via della Scafa

Verifiche sul viadotto Ostia-Fiumicino: nessun rischio crollo

Le arcate e i piloni del ponte che collega Ostia con l'aeroporto Leonardo da Vinci presentano elementi strutturali e non fessure come ha certificato Astral: "Abbiamo richiesto fondi per la manutenzione"

Nessun rischio crollo sul viadotto dell'aeroporto a Fiumicino. A confermarlo è Astral Spa che illustra gli esiti dei sopralluoghi e delle verifiche sul viadotto, predisposti, unitamente con i Vigili del Fuoco a seguito degli eventi sismici che si stanno verificando nel Centro Italia e del nubifragio che si è abbattuto sulla Capitale nella giornata di domenica scorsa.

Le risultanze degli accertamenti hanno confermato che non si tratta di "vistose fessure" di recente apparizione, bensì di elementi strutturali, cosiddetti "seggiola gerber", utilizzati all'epoca di costruzione del viadotto, quando la distanza tra i due "appoggi superava una certa misura".

Si tratta, cioè, di uno schema classico di sostegno che viene utilizzato "per ridurre la luce della trave centrale prolungando l'appoggio sulle pile". Dunque, non viene rilevato alcun pericolo di crollo, come anche certificato dai Vigili del Fuoco.

Tuttavia, l'arteria che formalmente si chiama strada regionale 296 della Scafa (SR 296), ex strada statale 296, ma tutti lo conoscono come il "viadotto dell'aeroporto", necessita di manutenzione e, a tale scopo, Astral Spa sta "predisponendo una perizia di spesa per stabilire l'esatto importo dei lavori, che verranno successivamente finanziati dalla Regione Lazio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verifiche sul viadotto Ostia-Fiumicino: nessun rischio crollo

RomaToday è in caricamento