EurToday

Vitinia: con la primavera nella valle del Risaro fioriscono le discariche

Nella vallata confinante con la tenuta di Castel Porziano, l'arrivo della bella stagione non ha coinciso con un miglioramento dell'ecosistema. Scoperta una nuova discarica. Pericolini (CdQ): "Bisogna impedire l'accesso ai mezzi pesanti"

Non c’è pace nella valle del Risaro. L’area verde, compresa tra Tor de’ Cenci e Vitinia, continua ad essere vileggiata. La vallata viene utilizzata come una discarica, nonostante la sua indiscutibile valenza naturalistica: confina con la tenuta del presidente dellla Repubblica ed è situata tra la riserva regionale di Decima Malafede e quella statale del Litorale Romano.

UN FENOMENO INDISTURBATO - “Un camion di rifiuti è stato sversato dopo il sottopasso della Colombo – annuncia Mario Pericolini, presidente del Comitato di Quartiere di Vitinia – L'indifferenza di chi dovrebbe e ha i mezzi per dire basta a questo ennesimo scempio ci mette a disagio”. I residenti intanto, fanno il possibile per cercare di proteggere l'area. A due metri dalle tonnellate di rifiuti appena sversate, il gruppo di cicloattivisti “Vitinia in Bici” ha affisso un avviso con cui ricorda il divieto di discarica. “I trasgressori saranno puniti a norma di legge” è stato scritto sul cartello. Purtroppo il fenomeno prosegue indisturbato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LE SOLUZIONI - C’è chi si interroga sulle inziative da intraprendere per scogiurare il ripetersi del frequente scempio ambientale. Installare delle videocamere, suggestione più volte proposta in passato, non sembra più sufficiente. “La soluzione sta nel mettere due blocchi di cemento che limitino l'accesso ai mezzi pesanti nel tratto compreso tra l' argine e la strada – spiega il presidente del Comitato di Quartiere – dove non è consentito l'accesso. In tal modo verrebbe consentito l'utilizzo degli spazi ad un pubblico non motorizzato”. Sono loro d'altra parte, che continuano a prendersi cura della valle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento