rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Vitinia - Mezzocammino Vitinia / Via Marzabotto

Vitinia, entro febbraio al via i lavori nella scuola elementare: da 4 anni ha un piano inutilizzabile

Il presidente del Municipio IX ha spiegato quali sono i motivi del ritardo e cosa serve per far riaprire il piano off limits dal 2016

Gli ultimi bambini che ricordano la scuola Tacito Guareschi interamente agibile la prossima estate conseguiranno la licenza elementare. Nonostante i tentativi di mantenere alta l’attenzione, sono infatti trascorsi già  quattro anni dalla decisione di chiudere il piano che ospitava i laboratori.
 
La scelta di non riaprire un intero piano della scuola primaria, si lega ai ritardi nell’esecuzione d’un intervento di consolidamento. Operazione resa complicata dalla presenza, accanto al plesso, di un condominio. Lo scorso settembre il minisindaco del Municipio IX aveva chiarito quali erano stati, fino a quel momento, gli ostacoli incontrati.

In attesa del Genio Civile

E’ stato necessario redigere non una bensì due varianti “per problematiche legate al contiguo fondo condominiale in cui è collocato un cavidotto elettrico” aveva chiarito il minisindaco. La seconda variante, a fine settembre, era ancora al vaglio del Genio Civile che avrebbe dovuto rilasciare la conseguente autorizzazione sismica: il nulla osta necessario per far ripartire il cantiere. A distanza di oltre quattro mesi da quell’annuncio, sulla vicenda è nuovamente calato il silenzio.

L'interrogazione in Municipio

“I lavori di consolidamento del muro perimetrale non sono ripartiti - ha osservato il consigliere municipale del PD Alessandro Lepidini - per questo ho protocollato un’interrogazione scritta”. Nell’atto presentato in municipio, il consigliere democratico chiede “cosa continui ad impedire la dei lavori e quali iniziative il Municipio intenda assumere per sollecitarne la realizzazione”.

Le novità

La novità è che, il Genio Civile, ha rilasciato l’autorizzazione attesa. E’ stata inoltre incaricata un’impresa che attualmente “si sta attivando per reperire i materiali necessari alle prime opere strutturali finalizzate alle prove di laboratorio che- ha fatto sapere il presidente del Municipio Dario D’Innocenti - sono obbligatorie quando si tratta di opere strutturali”.

Inoltre, ha precisato sempre il Minisindaco a Romatoday “entro metà febbraio è prevista la ripresa dei lavori che saranno dedicati all’organizzazione del cantiere ed alla pulizia dell’area. Dopodichè - conosciuto anche l'esito delle prove tecniche - si procederà con l’opera”. Salvo imprevisti. L’attenzione passa quindi dall'autorizzazione, ora ottenuta, del Genio Civile alle prove di laboratorio. Dal loro esito dipenderanno i tempi di riapertura del piano interdetto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vitinia, entro febbraio al via i lavori nella scuola elementare: da 4 anni ha un piano inutilizzabile

RomaToday è in caricamento